c8.4.8 – Applicazione del metodo Random Branch Sampling per la cubatura di precisione di boschi vetusti con tecniche di tree climbing

Chirici G* (1), Puletti N (2), Cartisano R (3), Di Paolo S (3), Salvati R (3)

(1) Università degli Studi del Molise; (2) Università degli Studi di Firenze; (3) Università degli Studi della Tuscia
Collocazione: c8.4.8 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
8° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Pianificazione e Produttività Forestale” *

Contatto: Gherardo Chirici (gherardo.chirici@unimol.it)

Abstract: Negli ultimi decenni si è assistito a un crescente interesse por una migliore conoscenza qualitativa e quantitativa della consistenza e delle caratteristiche dei boschi vetusti. La disponibilità di informazioni affidabili e standardizzate è considerata infatti condizione necessaria per programmare iniziative in materia di tutela e valorizzazione ambientale, coordinare le politiche ai vari livelli e verificarne l’implementazione. L’adozione dei metodi e delle tecniche di campionamento statistico è un ausilio in tale prospettiva, assicurando la necessaria affidabilità all’inventario e al monitoraggio. La cubatura degli alberi in piedi nella grande maggioranza delle applicazioni forestali è basata sull’utilizzo di modelli predittivi basati sulla misurazione del diametro a petto d’uomo o del diametro a petto d’uomo e dell’altezza. Per lo studio, il monitoraggio e l’inventariazione dei boschi vetusti è usualmente necessario cubare individui arborei di grandi dimensioni. Dai dati di letteratura disponibili si evidenzia come i modelli che stanno alla base dell’applicazione delle usuali tavole di cubatura tendano spesso a fornire, in questi casi, stime distorte. Al fine di valutare le migliori alternative nell’area di studio del bosco vetusto dei Monti Cimini (VT) sono stati campionati casualmente 16 alberi di faggio di grandi dimensioni il cui fusto e tutti i rami fino a un diametro minimo di 2 cm sono stati cubati per sezioni con tecniche di tree climbing. A partire dalla banca dati creata è stato stimato il volume di massa legnosa tramite la generazione virtuale di un elevato numero di campioni con tecnica di Random Branch Sampling (RBS). Il contributo illustra la metodologia utilizzata e pone a confronto il valore vero cubato con il metodo per sezioni rispetto alla stima con le consuete tavole di cubatura e i risultati del campionamento RBS.

Parole chiave: boschi vetusti, cubatura, tree climbing, Random Branch Sampling (rbs)

Citazione: Chirici G , Puletti N , Cartisano R , Di Paolo S , Salvati R (2011). Applicazione del metodo Random Branch Sampling per la cubatura di precisione di boschi vetusti con tecniche di tree climbing . 8° Congresso Nazionale SISEF, Rende (CS), 04 – 07 Ott 2011, Contributo no. #c8.4.8