c8.11.9 – Valutazione della sostenibilità di impianti di arboricoltura da legno in Piemonte mediante l’impiego di bioindicatori

Chiarabaglio PM (1), Giorcelli A (1), Allegro G (1), Picco F (1), Rossi AE (1), Isaia M (2), Rizzioli B (2), Nascimbene J (3)

(1) CRA-Unità di Ricerca per le Produzioni Legnose fuori Foresta (CRA-PLF) Str. Frassineto 35 – 15033 Casale Monferrato AL; (2) Lab. di Ecologia – Ecosistemi terrestri Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo Università di Torino Via Accademia Albertina, 13 – 10123 Torino; (3) Università di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Via L. Giorgieri 10 – 34127 Trieste
Collocazione: c8.11.9 – Tipo Comunicazione: Poster
8° Congresso SISEF *
Sessione 11: “Poster” *

Contatto: Pier Mario Chiarabaglio (piermario.chiarabaglio@entecra.it)

Abstract: Il Reg. UE 1698/2005, base dei Piani di Sviluppo Rurali delle regioni, sostiene la realizzazione di impianti di arboricoltura da legno e attribuisce particolare importanza al concetto di condizionalità degli aiuti al rispetto di pratiche produttive eco-compatibili. Si è voluto quindi indagare la sostenibilità degli impianti di arboricoltura da legno rispetto alle colture agrarie impiegando biondicatori floristici e faunistici. In 4 zone geografiche del Piemonte sono state individuate 4 macroaree comprendenti ciascuna un bosco naturale (quasi sempre inserito in un parco regionale, per garantire il maggior grado di naturalità possibile) una coltura agricola rappresentativa dell’area, un pioppeto e 2 impianti di arboricoltura da legno con specie nobili differenti per tipologia colturale (composizione, densità e cure colturali). In ogni appezzamento è stata valutata la struttura e il grado di naturalità raggiunto dalla vegetazione spontanea attraverso il rilievo della copertura delle chiome mediante fotografie zenitali e attraverso l’analisi fitosociologica ed ecologica delle specie vegetali presenti in relazione alla vegetazione potenziale derivata dallo studio delle aree naturali e dalla bibliografia. Come bioindicatori faunistici sono stati utilizzati i gruppi Coleoptera Carabidae e Araneae, campionati sistematicamente nell’arco della stagione vegetativa, e l’artropodofauna del suolo valutata secondo l’indice QBS-ar (Qualità Biologica del Suolo) basato sull’influenza delle caratteristiche edafiche sulla comunità di artropodi. Sono stati inoltre studiati i licheni epifiti presenti sulle specie arboree degli impianti artificiali e dei boschi naturali per valutare il grado di naturalità e l’effetto della gestione degli impianti di arboricoltura da legno attraverso la diversità lichenica epifita. I dati ottenuti hanno evidenziato l’influenza ambientale esercitata dagli impianti di arboricoltura da legno in relazione alle tecniche agronomiche adottate.

Parole chiave: Arboricoltura Da Legno, Bioindicatori, Carabidi, Ragni, Licheni

Citazione: Chiarabaglio PM , Giorcelli A , Allegro G , Picco F , Rossi AE , Isaia M , Rizzioli B , Nascimbene J (2011). Valutazione della sostenibilità di impianti di arboricoltura da legno in Piemonte mediante l’impiego di bioindicatori . 8° Congresso Nazionale SISEF, Rende (CS), 04 – 07 Ott 2011, Contributo no. #c8.11.9