c7.7.49 – Il deperimento del pino silvestre in Valle d’Aosta: distribuzione spaziale e fattori responsabili

Vacchiano G, Motta R

Dipartimento Agroselviter, Università degli Studi di Torino. Via L. da Vinci 44, 10095 Grugliasco (TO)
Collocazione: c7.7.49 – Tipo Comunicazione: Poster
7° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: Giorgio Vacchiano (giorgio.vacchiano@unito.it)

Abstract: Nei settori alpini interni della Valle d’Aosta si è manifestato negli ultimi anni un rapido deperimento a carico del pino silvestre. L’ipotesi-guida per spiegare il fenomeno è basata sul ruolo predisponente del deficit idrico e il successivo contributo di agenti scatenanti, principalmente biotici. Il nostro obiettivo è: (1) valutare l’estensione e la distribuzione spaziale del fenomeno, (2) analizzarne l’evoluzione spazio-temporale; (3) valutare il ruolo dei fattori predisponenti il deperimento. I cambiamenti di copertura a scala di paesaggio nel periodo 2000-2007 sono stati individuati mediante analisi diacronica di immagini satellitari multispettrali (MODIS). Due immagini riprese a tarda primavera sono state sottratte l’una dall’altra per generare una mappa delle anomalie della riflettanza per le pinete. L’indice di vegetazione esteso (EVI) è stato selezionato come indicatore dello stato fitosanitario in seguito a validazione basata su valori di trasparenza delle chiome rilevati a terra. Le anomalie in EVI sono state confrontate con quelle riscontrate per lo stesso periodo in un’area mesalpica (Valle Vigezzo, VB). Abbiamo acquisito e georeferenziato i risultati di indagini fitosanitarie effettuate sul territorio regionale in anni siccitosi (1986, 1990, 1992-1994).

Citazione: Vacchiano G, Motta R (2009). Il deperimento del pino silvestre in Valle d’Aosta: distribuzione spaziale e fattori responsabili . 7° Congresso Nazionale SISEF, Isernia – Pesche (IS), 29 Set – 03 Ott 2009, Contributo no. #c7.7.49