c7.7.45 – L’uso potenziale della dendrocronologia per la ricostruzione delle variazioni dei ghiacciai nel Parco Nazionale Torres del Paine (Cile)

Santopuoli G, Cocozza C, Lombardi F, Lasserre B, Tognetti R, Marchetti M

Laboratorio ECOGEOFOR, Dipartimento STAT, Università degli Studi del Molise
Collocazione: c7.7.45 – Tipo Comunicazione: Poster
7° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: Fabio Lombardi (fabio.lombardi@unimol.it)

Abstract: Le foreste non rappresentano solo una risorsa fondamentale in termini d’offerta di materie prime, ma svolgono anche importanti funzioni ecologiche ed ambientali e una corretta gestione forestale consente di conservare nel tempo una fonte sicura di reddito, di prodotti e di servizi. La crescente attenzione ai valori ambientali del bosco ha portato ad una significativa espansione dei sistemi d’aree protette, spesso dominate dalle coperture forestali. Se in Europa la quasi totalità del sistema delle aree protette di tipo forestale è caratterizzato da boschi spesso fortemente antropizzati, e che in ogni caso hanno subito la pressione delle attività umane, in aree remote come le Ande in Sud America foreste primarie sono ancora presenti, seppure messe in pericolo da forme di gestione aggressive, che solo recentemente hanno subito un rallentamento. La disponibilità e la qualità dell’acqua sono fortemente influenzate dalla presenza e dalla gestione delle foreste. Inoltre il cambiamento climatico sta alterando il ruolo delle foreste nella regolazione dei flussi idrici e sta influenzando la disponibilità della risorsa idrica. Il continuo aumento di temperatura accelera il fenomeno di scioglimento dei ghiacciai in tutto il mondo riducendo la quantità d’acqua disponibile. La quantificazione delle perdite idriche causate dalla fusione glaciale e la formulazione di concrete proposte di mitigazione richiedono un monitoraggio approfondito. Cronologie di Nothofagus sp. sono state costruite sulla base di campioni raccolti in prossimità del Ghiacciaio Grey (Torres del Paine, Cile) per verificare la sensibilità degli alberi ai fattori climatici ed antropici della regione e per esplorare le potenzialità dell’approccio dendrocronologico per ricostruire le variazioni dei ghiacciai nell’area del Paco Nazionale stesso. Il Ghiacciaio Grey è una lingua del Campo de Hielo Patagónico Sur (dopo l’Antartide e la Groenlandia, la più estesa massa glaciale), che si stende per centinaia di km nel sud del Cile, al confine con l’Argentina.

Citazione: Santopuoli G, Cocozza C, Lombardi F, Lasserre B, Tognetti R, Marchetti M (2009). L’uso potenziale della dendrocronologia per la ricostruzione delle variazioni dei ghiacciai nel Parco Nazionale Torres del Paine (Cile) . 7° Congresso Nazionale SISEF, Isernia – Pesche (IS), 29 Set – 03 Ott 2009, Contributo no. #c7.7.45