c6.8.14 – Mortalità, composizione specifica e strategie di ricostituzione in popolamenti forestali interessati da incendi di elevata severità

Marzano R*, Lingua E, Ceccato R, Bovio G

Dip. Agroselviter, Univ. TO, Grugliasco (TO)
Collocazione: c6.8.14 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
6° Congresso SISEF *
Sessione 8: “Poster: “Biodiversità, cambiamenti climatici, monitoraggio”” *

Contatto: Raffaella Marzano (raffaella.marzano@unito.it)

Abstract: La severità di un incendio esprime la risultante degli effetti di un particolare evento sull’ecosistema ed influenza notevolmente la ricostituzione post-incendio nelle aree percorse, che è tuttavia altamente dipendente dalle strategie di rigenerazione delle specie coinvolte. In ambiente mediterraneo molte specie hanno sviluppato meccanismi che consentono loro di sopravvivere al periodico passaggio degli incendi. Comprendere le risposte di tali specie al fuoco in relazione alla severità registrata fornisce un’importante chiave di lettura sulle possibili dinamiche di ricostituzione. Il lavoro approfondisce l’impatto di eventi di estesa superficie, elevata intensità e severità su popolamenti forestali di tipo mediterraneo, utilizzando un approccio sincronico. La ricerca è svolta in Liguria, nei comuni di Savona e Spotorno. Un totale di 6 parcelle sperimentali (50 x 50 m) sono state selezionate a costituire una cronosequenza post-incendio: 2 aree percorse nel 1998; 2 aree percorse nel 2003; 2 aree testimone non percorse. In ciascuna parcella sono state individuate 4 sotto-parcelle di 25 m2. I rilievi eseguiti hanno interessato la componente arborea ed arbustiva all’interno delle parcelle (dbh > 3 cm), mentre nelle sotto-parcelle sono stati analizzati tutti gli individui presenti (dbh < 3 cm), la componente erbacea e la rinnovazione forestale. Tutte le specie vegetali sono state censite e classificate in base alla loro forma biologica. Si sono analizzati il pattern della mortalità post-incendio, i processi di rinnovazione naturale e le alterazioni nella composizione specifica correlabili all’evento di disturbo. La ricerca ha parzialmente confermato l’esistenza di meccanismi di autosuccessione tipici della vegetazione mediterranea; tuttavia localmente si è rilevata una certa difficoltà dell’ecosistema a ricostituirsi nelle condizioni precedenti il passaggio del fuoco. Tale dinamica può suggerire una tendenza verso la formazione di comunità a struttura semplificata, dominate da una vegetazione di tipo basso-arbustivo.

Citazione: Marzano R, Lingua E, Ceccato R, Bovio G (2007). Mortalità, composizione specifica e strategie di ricostituzione in popolamenti forestali interessati da incendi di elevata severità . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.8.14