c5.7.74 – Conservazione e miglioramento delle pinete litoranee

Cutini A (1)

(1) C.R.A., Istituto Sperimentale per la Selvicoltura, v.le S. Margherita 80, 52100 Arezzo
Collocazione: c5.7.74 – Tipo Comunicazione: Poster
5° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: A Cutini (cutini@selvicoltura.org)

Abstract: Il mutamento delle funzioni svolte dalle pinete litoranee e la loro accresciuta importanza non sono state accompagnate negli ultimi decenni da una seria e sostanziale revisione delle forme di trattamento selvicolturale. In sostanza il mantenimento di popolamenti puri, coetanei, monoplani, con densità elevate è rimasto quasi sempre il modulo colturale di riferimento. L’applicazione di questo tipo di gestione ha però trovato ostacoli difficilmente superabili, soprattutto nel caso delle pinete a prevalente funzione turistico-ricreativa. Le forti pressioni da parte dell’opinione pubblica, peraltro quasi sempre favorevole al mantenimento della pineta, e la non sempre adeguata motivazione degli interventi, hanno favorito il diffondersi di una politica di “non intervento”. Molte pinete litoranee sono perciò stramature e in precario equilibrio bio-ecologico. In questo contesto vengono illustrati i primi risultati di una ricerca realizzata nell’ambito del progetto Mi.P.A.F. “RI.SELV.ITALIA e che ha preso in es ame alcune delle pinete litoranee più significative in Toscana (Cecina-LI, Alberese –GR), Lazio (Castelfusano-Roma) e Sardegna (S. Margherita di Pula, Porto Pino, Fontanamare, Portixeddu, Matzachera-CA, Arborea, Is Arenas-OR, Siniscola-NU). In particolare vengono riportati i risultati relativi alle principali caratteristiche dendro-auxometriche e strutturali delle pinete di Is Arenas (OR) e Arborea (OR) e i criteri di intervento che sono stati messi a punto al fine di: a) innescare processi evolutivi in grado di assicurare una maggiore stabilità, b) favorire ove possibile, la costituzione di pinete miste con leccio e altre sclerofille mediterranee, c) ridurre la competizione, le anomalie strutturali e i rischi di incendio.

Citazione: Cutini A (2005). Conservazione e miglioramento delle pinete litoranee . 5° Congresso Nazionale SISEF, Grugliasco (TO), 27 – 29 Set 2005, Contributo no. #c5.7.74