c5.7.39 – La ‘Carta delle Foreste di Lombardia’: documento di indirizzo per la gestione sostenibile e durevole del patrimonio silvo-pastorale lombardo

Calvo E (1), Nastasio P (1), Rapella A (1), Frattola G (1), Buzzetti I (1), Bazzoli M (1), Davini G (1), Leone A (1), Ballardini P (1), Sale V (1), De Monte L (1)

(1) Regione Lombardia, Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste (ERSAF), Dip. Servizi al territorio rurale e alle foreste, v. Copernico 38, 20125 Milano
Collocazione: c5.7.39 – Tipo Comunicazione: Poster
5° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: E Calvo (enrico.calvo@ersaf.lombardia.it)

Abstract: Nell’occasione del trentennale del trasferimento delle Foreste Demaniali Statali alla Regione Lombardia, i presidenti della Giunta Regionale e dell’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste (ERSAF), che attualmente gestisce il Patrimonio silvo-pastorale lombardo, hanno sottoscritto nel corso di una breve ma intensa cerimonia un documento di alto significato simbolico e programmatico, la ‘Carta delle Foreste di Lombardia’. Si tratta di una elencazione di principi di gestione etica e di corrispondenti impegni concreti che da un lato rimarcano il valore delle foreste e degli alpeggi demaniali e la loro importanza per il territorio, per i cittadini e le collettività locali, dall’altro ‘vincolano’ vicendevolmente e pubblicamente i vertici istituzionali degli Enti firmatari al rispetto di un programma di azione. Sebbene la ‘Carta delle Foreste di Lombardia’ non costituisca sul piano strettamente giuridico un documento ascrivibile al quadro programmatorio ufficiale della Regione, è evidente come i suoi contenuti non possano non influenzare le azioni politico-amministrative e tecniche rivolte alle Foreste Regionali e più ampiamente a tutti i demani forestali e naturali lombardi, anche perché la Carta stessa istituisce modalità di controllo sulla sua attuazione sia formali (Comitato dei garanti) che informali e diffuse (attraverso un intenso rapporto di condivisione e comunicazione con la popolazione lombarda e le collettività locali. La Carta delle Foreste di Lombardia ha rappresentato inoltre un valido strumento di formazione e animazione interna all’Ente proponente; il suo testo deriva infatti da un lungo lavoro svoltosi nell’ambito di un Progetto speciale del Dipartimento per i Servizi al territorio Rurale e alle Foreste di ERSAF, e della successiva condivisione con diverse Direzioni Generali della Regione (prima fra tutte la DG Agricoltura) prima di sottoporlo all’attenzione della Presidenza. Gli autori illustrano l’esperienza dell’elaborazione della carta delle Foreste di Lombardia, da un punto di vista giuridico, programmatico, tecnico-operativo e comunicativo nonché per quanto riguarda le prime fasi applicative

Citazione: Calvo E , Nastasio P , Rapella A , Frattola G , Buzzetti I , Bazzoli M , Davini G , Leone A , Ballardini P , Sale V , De Monte L (2005). La ‘Carta delle Foreste di Lombardia’: documento di indirizzo per la gestione sostenibile e durevole del patrimonio silvo-pastorale lombardo . 5° Congresso Nazionale SISEF, Grugliasco (TO), 27 – 29 Set 2005, Contributo no. #c5.7.39