c3.2.1 – Sistema europeo di previsione del pericolo di incendio boschivo: basi metodologiche e prime applicazioni

Camia A*, Bovio G*

Dip.to AgroSelviTer, Università di Torino – v. L. da Vinci, 44 – 10095 Torino.
Collocazione: c3.2.1 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 2: “Foreste e selvicoltura per gli equilibri climatici” *

Contatto: Giovanni Bovio (bovio@agraria.unito.it)

Abstract: L’importanza della previsione del pericolo di incendio boschivo è stata recentemente recepita dalla Commissione Europea che ha incaricato l’Università di Torino di studiare le basi teoriche per realizzare un servizio di previsione a scala continentale. Il contributo presentato intende illustrare gli elementi salienti dello studio metodologico alla base del sistema (il cui sviluppo è ancora in corso), descriverne le caratteristiche principali ed informare circa il suo stato di implementazione sperimentale presso il Centro Comune di Ricerca (CCR). Sono stati utilizzati diversi metodi di previsione, tutti di carattere meteorologico, i cui modelli di base hanno caratteristiche diverse sia per impostazione, sia per gli aspetti del pericolo di incendio considerati. A seguito di una prima validazione, gli indici forniti dai differenti metodi sono stati tarati per la definizione dei livelli di pericolo. Il sistema prevede la produzione giornaliera di mappe di previsione del pericolo di incendio dei paesi europei che hanno chiesto l’attivazione sperimentale del servizio.

Citazione: Camia A, Bovio G (2001). Sistema europeo di previsione del pericolo di incendio boschivo: basi metodologiche e prime applicazioni . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.2.1