c3.11.7 – Progetto life SUMMACOP – Gestione sostenibile e multifunzionale dei boschi cedui in Umbria

Grohmann F (1)*, Savini P (1), Frattegiani M (1), Montorselli BN (2)

(1) Regione Umbria – Servizio Programmazione Forestale, Faunistico-venatoria ed Economia montana, Italy, (2) Università di Firenze – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali Forestali, Italy
Collocazione: c3.11.7 – Tipo Comunicazione: Poster
3° Congresso SISEF *
Sessione 11: “Selvicoltura” *

Contatto: Francesco Grohmann (agrimontane@regione.umbria.it)

Abstract: Il governo ceduo risulta ancora molto diffuso in Italia, soprattutto nelle regioni Appenniniche e in particolare in Umbria, dove interessa circa l’85% dei boschi. D’altra parte, i mutamenti sociali, culturali ed economici avvenuti in questi ultimi anni hanno modificato solo in parte le modalità di gestione dei boschi cedui, soprattutto attraverso l’allungamento dei turni, l’aumento del numero e dell’età delle matricine. Tali modifiche, il cui intento principale è quello di rispondere alle esigenze di minore impatto paesaggistico, vengono spesso applicate in maniera uniforme e standardizzata, indipendentemente dalle caratteristiche stazionali, vegetazionali, strutturali e sociali che definiscono i singoli boschi. Il progetto Summacop intende adeguare i criteri di gestione del bosco ceduo considerando le attuali conoscenze sul funzionamento degli ecosistemi forestali e i nuovi benefici richiesti dalla società (in particolare riconducibili ai concetti di sostenibilità, multifunzionalità e diversificazione), tenendo conto anche della fattibilità tecnica ed economica degli interventi. Scopo del progetto è quello di proporre possibili alternative alle attuali tecniche di ceduazione, valutandone gli ambiti di applicazione e la “ripercussione” sugli aspetti ecologici, economici e sociali. Il progetto si sviluppa attraverso l’individuazione di quattro aree dimostrative, all’interno delle quali sono stati effettuati interventi diversificati in funzione delle caratteristiche ambientali e strutturali. La realizzazione degli interventi è stata preceduta da analisi stazionali e ambientali relative agli aspetti selvicolturali e dendrometrici, floristico-vegetazionali, faunistici, pedologici, analizzando inoltre la visibilità, la viabilità esistente e le potenziali tecniche di utilizzazione e di esbosco utilizzabili. Vengono presentati le principali modalità di intervento applicate e i primi dati, indicativi, riguardanti le produttività ottenute.

Citazione: Grohmann F , Savini P , Frattegiani M , Montorselli BN (2001). Progetto life SUMMACOP – Gestione sostenibile e multifunzionale dei boschi cedui in Umbria . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.11.7