c3.1.7 – Salvaguardia della biodiversità forestale: le popolazioni relitte di faggio e pino silvestre dei rilievi collinari interni del Piemonte

Belletti P*, Monteleone I, Priod G

DIVAPRA Genetica Agraria, Università di Torino
Collocazione: c3.1.7 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Foreste e selvicoltura per la conservazione della biodiversità” *

Contatto: Piero Belletti (belletti@agraria.unito.it)

Abstract: Lo studio della variabilità genetica delle specie forestali assume particolare importanza nel caso di popolazioni relitte, la cui sopravvivenza è spesso minacciata da alterazioni di origine antropica. Sui rilievi collinari del Piemonte (Langhe, Monferrato, Roeri, Colline del Po) si trovano alcuni nuclei di faggio e pino silvestre: per la latifoglia si tratta di relitti dell’epoca glaciale, mentre per la conifera essi rappresentano il risultato di profonde modificazioni dell’ambiente che hanno fortemente ridotto il suo areale. Ai fini della definizione di strategie per la salvaguardia della biodiversità forestale è stato condotto uno studio volto a valutare l’entità e la distribuzione della variabilità genetica presente nelle due specie, mediante il ricorso a marcatori di tipo biochimico (isoenzimi) e molecolare (RAPDs). I risultati hanno dimostrato una sostanziale differenza tra la situazione delle due specie in esame. Mentre infatti le popolazioni collinari di pino silvestre hanno evidenziato una marcata differenziazione rispetto a quelle alpine (GST pari a 12.4), nel caso del faggio non è stato possibile ravvisare una differenziazione altrettanto significativa. Le analisi hanno confermato il rischio di erosione genetica che minaccia le popolazioni relitte. Infatti, a fronte della presenza di alleli esclusivi, è stato spesso evidenziato un indice di fissazione particolarmente elevato, quale presumibile conseguenza di un significativo tasso di autofecondazione o incrocio tra individui imparentati. Sono stati individuati due popolamenti, uno di faggio e uno di pino silvestre, la cui situazione appare particolarmente preoccupante: vengono avanzate alcune proposte per la salvaguardia della biodiversità in essi presente.

Citazione: Belletti P, Monteleone I, Priod G (2001). Salvaguardia della biodiversità forestale: le popolazioni relitte di faggio e pino silvestre dei rilievi collinari interni del Piemonte . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.1.7