c2.5.1 – Stagionalità dell’emissione di monoterpeni dalle foreste di leccio

Loreto F(1)*, Valentini R (2), Calfapietra C (2), Seufert G (3), Brancaleoni E (4), Frattoni M (4), Ciccioli P (4)

(1) CNR-IBEV, Monterotondo Scalo, Roma; (2) Università della Tuscia-DISAFRI, Viterbo; (3) EU-JRC,Environment Institute, Ispra, Varese; (4) CNR-IIA, Monterotondo Scalo, Roma
Collocazione: c2.5.1 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
2° Congresso SISEF *
Sessione 5: “Metabolismo secondario e fattori di stress: dagli indicatori alle strategie di mitigazione” *

Abstract: La stagionalità dell’emissione di monoterpeni da parte delle foglie di Quercus ilex è stata seguita durante lo sviluppo delle foglie e fino all’abscissione delle stesse. Sono state effettuate misure in laboratorio su foglie singole di piante allevate in vaso ed in pieno campo su branche di vegetazione naturale. In laboratorio, le misure dell’emissione basale (l’emissione di monoterpeni ad una temperatura fogliare di 30°C ed un’intensità della luce di 1000 mmol di fotoni m-2 s-1) hanno mostrato: a) un ritardo, quantificabile in due-tre settimane, dell’emissione rispetto alla capacità di fotosintetizzare da parte di foglie ancora in stato di espansione della lamina; b) una variazione stagionale dell’emissione con un picco di emissione in estate ed un minimo in inverno. La variazione stagionale dell’emissione è stata associata ad analoghe variazioni della fotosintesi. Durante la seconda stagione di crescita il picco estivo di fotosintesi ed emissione di monoterpeni è stato meno evidente, benchè presente, rispetto alla prima stagione. In pieno campo, due anni di misure del flusso di monoterpeni effettuate con la tecnica TREA (Trap-enrichment-Relaxed-Eddy-Accumulation) hanno chiaramente confermato la stagionalità dell’emissione da parte delle foreste di Q. ilex. L’algoritmo correntemente in uso per il calcolo delle emissioni di isoprenoidi (isoprene + monoterpeni) si basa sull’emissione basale e sulla dipendenza dell’emissione da luce e temperatura. I risultati ottenuti dimostrano che questo algoritmo sovrastima l’emissione, specialmente durante l’inverno. Introducendo nell’algoritmo una correzione legata alla stagionalità dell’emissione basale si è notevolmente migliorata la capacità di stima dell’emissione di monoterpeni.

Citazione: Loreto F, Valentini R , Calfapietra C , Seufert G , Brancaleoni E , Frattoni M , Ciccioli P (1999). Stagionalità dell’emissione di monoterpeni dalle foreste di leccio . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.5.1