c2.1.1 – ’Adaptive management’: significato e prospettive nella realtà forestale italiana

Borghetti M*

Dipartimento di Produzione Vegetale, Università della Basilicata – 85100 Potenza (PZ)
Collocazione: c2.1.1 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
2° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Selvicoltura sostenibile e metodi innovativi di pianificazione” *

Abstract: Il concetto di adaptive management (AM) è stato sviluppato dagli ecologi nel tentativo di trasferire a livello gestionale le conoscenze sulla struttura e sul funzionamento degli ecosistemi. Viene qui analizzata l’idea guida dell’AM, ovvero quella di intendere la gestione di un sistema naturale alla stregua di un esperimento: idea che sottintende l’ambizione di poter combinare il rigore scientifico-sperimentale con l’inerente complessità e il grado di incertezza che caratterizza i sistemi naturali. I limiti e le possibilità dell’AM vengono valutate in relazione alle caratteristiche delle foreste italiane, agli indirizzi selvicolturali prevalenti e agli obbiettivi gestionali oggi ritenuti prioritari (sostenibilità, conservazione della biodiversità, mitigazione dell’effetto serra, ecc.).

Citazione: Borghetti M (1999). ’Adaptive management’: significato e prospettive nella realtà forestale italiana . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.1.1