c8.6.3 – Selezione di individui superiori di Sorbus domestica per la produzione di legno

Piagnani MC*, Costa C, Bassi D

Collocazione: c8.6.3 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
8° Congresso SISEF *
Sessione 6: “Arboricoltura da legno e Biomasse forestali” *

Contatto: Maria Claudia Piagnani (claudia.piagnani@unimi.it)

Abstract: In Italia, come nella UE, il tasso di auto–approvvigionamento di materie prime legnose, in particolare per quanto riguarda il legname da industria, mostra valori decisamente modesti (Minotta, 2000). La maggior parte del legname deve essere importato, specie da Paesi extra–UE. Per questo motivo il comparto industriale italiano guarda con estremo interesse all’aumento dell’offerta interna di assortimenti da opera che potrebbe, almeno in parte, sopperire all’attuale carenza (Bellotti, 2006). Al Di.Pro.Ve. dell’Università degli Studi di Milano è in corso, da oltre 10 anni, un’attività di selezione di accessioni da legno di S. domestica, S. torminalis e Pyrus spp. Per 44 piante di S. domestica, ottenute per seme e afferenti a tre diverse provenienze- Serbia, Appennino emiliano (Toscanella) e Oxford (U.K.)- sono stati valutati alcuni tratti d’adattamento all’ambiente e di idoneità alla produzione legnosa. Sono stati quindi effettuati i seguenti rilievi: • fenologia: è stata rilevata a partire dal 31 marzo 2010 (data del primo rilevamento), fino alla maturazione dei frutti in autunno. E’ stata utilizzata la scheda fenologica proposta da Bellini (2007), articolata in 15 stadi. • habitus e ampiezza dell’angolo di inserzione delle branche principali. E’ stata inoltre operata la scelta di ’€˜piante candidate’ (Ducci et al., 1990) in accordo alle seguenti caratteristiche: -buoni accrescimenti- tutte le piante prese in considerazione hanno un accrescimento annuo in circonferenza superiore al centimetro; -dirittezza ed unicità del fusto- in modo da avere una notevole estensione di tronco da lavoro; -buone condizioni fitosanitarie. In accordo con Ducci et al. (1990) sono state individuate ’piante di confronto’ che servono per definire le caratteristiche medie della popolazione per i caratteri presi in esame. Le piante candidate devono ottenere un punteggio superiore alla media delle ’piante di confronto’. Nelle schede di valutazione, sia per le piante candidate che per quelle di confronto, a ciascuna delle seguenti caratteristiche è stato attribuito un punteggio: portamento, grado di dominanza apicale, sviluppo delle ramificazione, habitus (conformazione e drittezza del fusto, dimensioni dei rami primari), condizioni fitosanitarie, vigore. Questi caratteri rivestono grande importanza economica e secondo Zobel et al. (1984) sono in genere quelli più ereditabili. Le 10 piante candidate, individuate nel presente lavoro, hanno conseguito le seguenti percentuali di superiorità rispetto alle piante di confronto: pianta ’9/4’ (12%), ’9/8’ (34%),’9/12’ (20%),’9/14’ (26%),’10/2’ (20%),’10/3’ (13%),’10/5’ (33%), ’10/13’ ( 6%),’10/14’ (42%),’11/.5’ (23%). Per il primo rilevamento fenologico, alla ripresa vegetativa, si identificano 3 gruppi distinti: i più tardivi sono gli “Oxford”, molti dei quali sono ancora in fase di riposo vegetativo, i più precoci sono i “Serbia”, nella maggior parte dei quali il corimbo fiorale ha già fatto la sua comparsa. I “Toscanella” presentano un comportamento intermedio. Gli “Oxford” mantengono la caratteristica di tardività anche durante la maturazione dei frutti. Per quanto riguarda l’habitus, la maggior parte delle piante, indipendentemente dalla provenienza, si colloca nella fascia di punteggio 5 che descrive un angolo di inserzione dei rami compreso tra 30° e 60°e presenza di un certo grado di dominanza apicale. Solo “Toscanella” presenta una bassa percentuale di piante che si collocano nelle prime due fasce di punteggio: 10 (6%) e 7,5 (11%).

Parole chiave: Fenotipo, Popolazione, Accrescimento, Habitus

Citazione: Piagnani MC, Costa C, Bassi D (2011). Selezione di individui superiori di Sorbus domestica per la produzione di legno . 8° Congresso Nazionale SISEF, Rende (CS), 04 – 07 Ott 2011, Contributo no. #c8.6.3