c8.12.25 – European Humus Forms Reference Base 2012

Zanella A (1), Jabiol B (2), Ponge JF (3), Englisch M (4), Cools N (5), Gobat JM (6), Le Bayon RC (7), Humus Group SW (7), Sartori G (8), De Waal R (9), Van Delft B (9), Banas D (10), Montecchio L (1), Scattolin L (1), Squartini A* (11)

(1) University of Padua, Department LEAF, Viale dell’Università 16, 35020 Legnaro, Italy; (2) AgroParisTech, ENGREF-LERFOB, 14 rue Girardet, 54042 Nancy, France; (3) Museum National d’Histoire Naturelle, CNRS UMR 7179, 4 avenue du Petit Ch’teau, 91800 Brunoy, France; (4) Federal Research and Training Centre, Seckendorff-Gudent-Weg 8, 1131 Vienna, Austria;; (5) Research Institute for Nature and Forest, Gaverstraat 4, 9500 Geraardsbergen, Belgium; (6) Laboratoire Sol & Végétation, Université de Neuch’tel, rue Emile Argand 11, 2009 Neuch’tel, Switzerland; (7) Laboratoire Sol & Végétation, Université de Neuch’tel, rue Emile Argand 11, 2009 Neuch’tel, Switzerland; (8) Museo Tridentino di Scienze Naturali, Via Calepina 14, 38100 Trento, Italy; (9) Wageningen University and Research Centre, P.O. Box 47, 6700 AA Wageningen, the Netherlands; (10) Université de Nancy, ENSAIA-INPL, 2 Av Forêt de Haye, BP 172, 54505 Vandoeuvre-lès-Nancy, France; (11) University of Padua, Department of Agricultural Biotechnologies, Viale dell’Università 16, 35020 Legnaro, Italy
Collocazione: c8.12.25 – Tipo Comunicazione: Poster
8° Congresso SISEF *
Sessione 12: “Poster” *

Contatto: Andrea Squartini (squart@unipd.it)

Abstract: Nel gennaio 2011 è stato reso disponibile un riferimento europeo per la classificazione e lo studio delle forme di humus (http://hal-agroparistech.archives-ouvertes.fr/docs/00/56/17/95/PDF/Humus_Forms_ERB _31_01_2011.pdf). Da parte degli autori della pubblicazione è attualmente in preparazione un aggiornamento della chiave che terrà conto di consigli, suggerimenti e critiche. Le basi del futuro riferimento saranno presentate in poster allo scopo di allargare la discussione verso tutti i possibili utilizzatori della classificazione, rendendoli partecipi al progetto. Nel nuovo sistema sono riprese le già pubblicate 10 forme di base, corrispondenti ad altrettante modalità di biodegradazione della sostanza organica nel suolo; le cinque forme terrestri (Tangel, Amphi, Mull, Moder e Mor) e le cinque forme semiterrestri (Anmoor, Mull, Amphi, Moder e Mor) sono poste al centro di un modello che considera anche l’insieme delle forme giovani (Enti), idromorfe (Hydro), superficiali (Epi) o specializzate (Rhizo e Ligno). Per la definizione delle forme di humus sono stati adottati caratteri morfo-funzionali che permettano da un lato di riconoscere le forme in campo a occhio nudo e dall’altro di ottenere informazioni semplici e pratiche sui loro ambienti di formazione e tipi di funzionamento.

Parole chiave: Humus, Lettiera, Fauna Del Suolo, Biodegradazione

Citazione: Zanella A , Jabiol B , Ponge JF , Englisch M , Cools N , Gobat JM , Le Bayon RC , Humus Group SW , Sartori G , De Waal R , Van Delft B , Banas D , Montecchio L , Scattolin L , Squartini A (2011). European Humus Forms Reference Base 2012 . 8° Congresso Nazionale SISEF, Rende (CS), 04 – 07 Ott 2011, Contributo no. #c8.12.25