c8.10.12 – Biomonitoraggio nella zona limitrofa al nucleo industriale Isernia-Venafro

Cocozza C, Ravera S, Genovesi V, Lombardi F, Marchetti M, Tognetti R

Collocazione: c8.10.12 – Tipo Comunicazione: Poster
8° Congresso SISEF *
Sessione 10: “Poster” *

Contatto: Claudia Cocozza (claudia.cocozza@unimol.it)

Abstract: Le tecniche di biomonitoraggio stimano gli effetti di variazioni ambientali su componenti sensibili degli ecosistemi. In particolare, l’utilizzo dei licheni come indicatori biologici per la valutazione della qualità ambientale è oggi molto diffuso, ed è in corso la formalizzazione di una normativa europea sul monitoraggio della diversità lichenica. Un utile supplemento alle analisi licheniche è rappresentato dallo studio degli anelli annuali d’accrescimento degli alberi, come bioindicatori rispetto ad eventi capaci di lasciare tracce identificabili. In questo contesto, sono state scelte tre stazioni nei pressi dello stabilimento Energonut (coinceneritore), nei pressi di Venafro, per il biomonitoraggio, tramite rilievi lichenici e dendrochimici su piante di roverella (Quercus pubescens Willd.). Il disegno di campionamento ha previsto la raccolta di carote di legno e talli lichenici in tre stazioni lungo un transetto in direzione NE dall’impianto a 380 (plot A), 760 (plot B), 1140 m (plot C) di distanza. Nei plot è stata rilevata la ricaduta di inquinanti e la presenza di piante vascolari utili per i rilievi di licheni per il bioaccumulo ed i campionamenti di carote legnose per la dendrochimica. In una sintesi preliminare, è possibile affermare che le contaminazioni riguardano un’alterazione ambientale, che diminuisce allontanandosi dallo stabilimento Energonut lungo il transetto in direzione NE (zona di ricaduta degli inquinanti). Gli unici valori d’alterazione (media) sono però relativi al ferro e al nichel. Il contenuto di diossine e composti diossine-simili è stato analizzato in 3 campioni legnosi, ciascuno ottenuto dal carotaggio di 6 piante di roverella in ciascun plot. I valori di equivalente di tossicità sono risultati nelle tre stazioni di analisi pari a 0.0000 μg/kg.

Parole chiave: Biomonitoraggio, Licheni, Dendrochimica, Quercus Pubescens

Citazione: Cocozza C, Ravera S, Genovesi V, Lombardi F, Marchetti M, Tognetti R (2011). Biomonitoraggio nella zona limitrofa al nucleo industriale Isernia-Venafro . 8° Congresso Nazionale SISEF, Rende (CS), 04 – 07 Ott 2011, Contributo no. #c8.10.12