c7.7.25 – Utilizzo del Resistograph per l’individuazione di diversi tipi di carie sull’abete bianco dell’Alto Molise

Lasserre B (1), Motta E (2), D’Amico L (2), Scirè M (1)

(1) Dipartimento STAT, Università degli Studi del Molise; (2) CRA-PAV, Roma
Collocazione: c7.7.25 – Tipo Comunicazione: Poster
7° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: Mattia Scirè (mattia.scire@unimol.it)

Abstract: L’obiettivo del presente studio è stato quello di valutare la possibilità di utilizzare il resistograph (IML-RESI E400), per distinguere i diversi tipi di carie del legno su pianta viva di abete bianco. Il resistograph è un apparecchio che permette una stima della variazione di densità del legno attraverso la misurazione della resistenza alla micro-perforazione e consente di evidenziare precocemente la presenza di alterazioni interne del legno anche se non si manifestano con sintomi esterni evidenti. In corrispondenza delle zone di alterazione si è proceduto ad effettuare dei prelievi di tessuto con la trivella di Pressler ed all’isolamento degli agenti di carie su substrati selettivi. Lo studio ha interessato due abetine naturali situate in Alto Molise: il nucleo di Collemeluccio, nella Provincia di Isernia nei pressi di Pescolanciano ed il bosco di Abeti Soprani sito al limite nord della Provincia d’Isernia tra Pescopennataro e Capracotta. Una prima indagine che ha interessato l’individuazione dei principali patogeni e dei degradatori fungini dell’abete bianco ha permesso di evidenziare la presenza di diversi agenti sia di carie bianca tra cui annoveriamo Phellinus hartigii, Ganoderma adspersum, Ganoderma carnosum, Heterobasidion abietinum ed Armillaria sp.; sia di carie bruna: Fomitopsis pinicola. L’individuazione dei diversi tipi di carie in abete bianco consentirà di riconoscere precocemente il tipo di alterazione in pianta viva ed apparentemente sana, fornendo, inoltre, utili indicazioni sullo stato fitosanitario delle abetine e getterà le basi per una futura ricerca sulla possibilità di utilizzare il resistograph nell’individuazione e riconoscimento del genere fungino coinvolto nell’alterazione del legno su pianta viva.

Citazione: Lasserre B , Motta E , D’Amico L , Scirè M (2009). Utilizzo del Resistograph per l’individuazione di diversi tipi di carie sull’abete bianco dell’Alto Molise . 7° Congresso Nazionale SISEF, Isernia – Pesche (IS), 29 Set – 03 Ott 2009, Contributo no. #c7.7.25