c7.4.20 – Il picchio dorsobianco (Dendrocopos leucotos lilfordi) e la struttura forestale delle faggete in Abruzzo

Potena G (1), Panella M (2), Sammarone L (3), Altea T (4), Mancinelli A (4), Musilli G (4), Posillico M* (4)

(1) Corpo Forestale dello Stato Comando Provinciale – Isernia; (2) CFS Ufficio Biodiversità – Roma; (3) CFS Coordinamento Territoriale per l’Ambiente – Civitella Alfedena (AQ); (4) CFS Ufficio Territoriale Biodiversità Castel di Sangro (AQ
Collocazione: c7.4.20 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
7° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Gestione sostenibile del paesaggio forestale” *

Contatto: Mario Posillico (mipafc02@forestalisangro.191.it)

Abstract: Il picchio dorsobianco è un Picidae specializzato e con una ridotta area di distribuzione in Italia. La gestione selvicolturale e l’uso civico di legnatico attraverso la rimozione di necromassa legnosa (i.e. substrati per alimentazione e nidificazione) possono esercitare un impatto consistente sulla specie riducendo le risorse disponibili. Nell’ambito di un progetto comunitario (Life04/NAT/IT/000190) è stato condotto uno studio per valutare la relazione tra picchio e struttura forestale in alcuni. Nel 2008 sono stati campionati 75 siti in 13 aree identificate sulla base di dati pregressi sulla presenza della specie. La presenza della picchio è stata valutata attraverso la tecnica del playback. Su un totale di 260 sessioni e 75 punti di playback (febbraio-maggio) la specie è stata contattata 23 volte in 15 plot (20% dei punti). La densità relativa è variata da 0 to 0,18 risposte/sessioni. Le fustaie coetaneiformi, disetaneiformi ed irregolari sono state usate in misura maggiore rispetto alla disponibilità (chi-quadro= 21,5; p 50 cm) non è risultato significativamente diverso tra siti in cui il picchio è stato contattato o meno. Sebbene sia stata rilevata una chiara correlazione tra presenza del picchio e struttura del bosco, l’apparente mancanza di una selezione rispetto a painte di grosse dimensioni/morte/senescenti suggerisce un approfondimento della ricerca con una valutazione su base più ampia della disponibilità di substrati idonei ed anche il rilievo di altri parametri quantitativi per raffinare le analisi sulla selezione dell’habitat finalizzata alla individuazione di opportune pratiche gestionali.

Citazione: Potena G , Panella M , Sammarone L , Altea T , Mancinelli A , Musilli G , Posillico M (2009). Il picchio dorsobianco (Dendrocopos leucotos lilfordi) e la struttura forestale delle faggete in Abruzzo . 7° Congresso Nazionale SISEF, Isernia – Pesche (IS), 29 Set – 03 Ott 2009, Contributo no. #c7.4.20