c7.4.19 – Gestione forestale e bilancio del carbonio: studi sul trattamento a tagli successivi in un popolamento di Quercus cerris nel sito de La Torre di Feudozzo in Abruzzo

Oriani A* (1), Matteucci G (1), Consalvo M (2), Altea T (2), Sammarone L (3), Scarascia Mugnozza G (1-4)

(1) CNR-IBAF, Via Salaria km 29.300 Monterotondo Scalo (RM); (2) CFS UTB Castel di Sangro, Via Sangro, Castel di Sangro (AQ); (3) CFS CTA Civitella Alfedena – Civitella Alfedena (AQ); (4) CRA-DAF, Via del Caravita 7, Roma
Collocazione: c7.4.19 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
7° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Gestione sostenibile del paesaggio forestale” *

Contatto: Antonia Oriani (antonia.oriani@ibaf.cnr.it)

Abstract: Il lavoro presenterà i risultati preliminari di uno studio finalizzato alla stima degli effetti della gestione forestale sul bilancio di carbonio in una cerreta trattata a tagli successivi, in località la Torre di Feudozzo, al confine tra Abruzzo e Molise. La cronosequenza studiata è costituita da quattro particelle di cui tre (08, 06 e 95) a 1, 3 e a 13 anni dal taglio di sementazione e una (70) non ancora trattata. Lâapproccio sperimentale prevede: l’analisi strutturale del soprassuolo, la determinazione dei cinque stock di carbonio previsti dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC, biomassa epigea ed ipogea, legno morto, lettiera, carbonio nel suolo), la produzione di lettiera e radici fini, la misura della respirazione del suolo (Rs) e la misura dello scambio netto di ecosistema (NEE) mediante la tecnica eddy covariance (EC). Per quest’ultimo parametro, è stata recentemente installata una innovativa stazione mobile EC che consentirà di confrontare il bilancio netto di carbonio di particelle tagliate e in attesa di taglio e anche di stimare parametri da utilizzare in modelli di simulazione. I primi risultati sono relativi alla campagna di misure effettuata nel 2008/2009. L’analisi strutturale ha evidenziato una variazione della copertura e delle altezze in relazione all’età e alle caratteristiche ecologiche dei soprassuoli. Tra le particelle sottoposte a taglio di sementazione il valore più elevato di stock di C per la biomassa epigea è stato osservato nella particella a 13 anni dal taglio di sementazione (95). I valori della necromassa sono compresi tra 1.9 t C ha-1 della 95 e 4.7 t C ha-1 della 70 e raggiungono le 10.3 t C ha-1 nella 08 come conseguenza delle recenti pratiche di esbosco. L’input annuale di lettiera ha mostrato valori intorno a 0.6 t C ha-1 per la prima decade dopo il taglio, mentre è risultato maggiore nella 70 con 1.63 t C ha-1. Le misure dei flussi sono cominciate nella primavera del 2009. La relazione presenterà il sito, l’approccio sperimentale ed i risultati del 2008-2009 anche per gli aspetti di NEE e respirazione del suolo (Rs). radiazione netta (Rnet), la radiazione fotosinteticamente attiva (PAR) e la temperatura e l’umidità (SWC) del suolo. Dall’elaborazione dei dati della prima fase di campionamento effettuata nel 2008, sono state osservate variazioni delle caratteristiche strutturali e dei valori degli stock di carbonio in relazione all’età e alle caratteristiche ecologiche dei soprassuoli. Le misure dei flussi sono tuttora in corso pertanto sono stati riportati i risultati della NEE e della respirazione del suolo (Rs) dei primi mesi di attività di ricerca.

Citazione: Oriani A , Matteucci G , Consalvo M , Altea T , Sammarone L , Scarascia Mugnozza G (2009). Gestione forestale e bilancio del carbonio: studi sul trattamento a tagli successivi in un popolamento di Quercus cerris nel sito de La Torre di Feudozzo in Abruzzo . 7° Congresso Nazionale SISEF, Isernia – Pesche (IS), 29 Set – 03 Ott 2009, Contributo no. #c7.4.19