c7.2.5 – Monitoraggio su base cartografica di alberi e foreste in Regione Molise

Santopuoli G (1), Tonti D (2), Ottaviano M (2), Pavone N (3), Chirici G* (2), Tognetti R (2), Marchetti M (2)

(1) Dipartimento SAVA, Università degli Studi del Molise; (2) Laboratorio ECOGEOFOR, Dipartimento STAT, Università degli Studi del Molise; (3) Regione Molise
Collocazione: c7.2.5 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
7° Congresso SISEF *
Sessione 2: “Agroselvicoltura ed arboricoltura” *

Contatto: Giovanni Santopuoli (giovanni.santopuoli@unimol.it)

Abstract: I regolamenti della Comunità Europea 2080 e 2078 del 1992 hanno istituito un regime comunitario di aiuti alle misure forestali in agricoltura, tra le altre supportando economicamente la realizzazione di nuovi impianti di arboricoltura da legno in terreni agricoli, nelle misure “imboschimento dei terreni agricoli”. Successivamente tale sostegno ha avuto seguito con il Reg. CE 1257/99, misura “h” del PSR Molise 2000-06. Incentivati dal Fondo Europeo Agricolo di Orientamento e Garanzia (FEAOG), in Molise secondo l’archivio dell’ARSIAM, tra il 1996 e il 2007, sono stati realizzati 2258 impianti, per una superficie totale dichiarata pari a circa 1800 ettari. A oltre 10 anni dall’avvio dei primi impianti si è voluto acquisire l’effettivo stato di realizzazione e l’esito degli impianti elaborando una cartografia tematica che permettesse di derivare l’effettiva distribuzione spaziale degli impianti. Il presente lavoro realizzato nell’ambito del progetto per la redazione della “Carta Forestale su base tipologica 1:10000 della Regione Molise” si è basato sull’utilizzo di tre fonti informative: (i) la fotointerpretazione di ortofoto digitali ADS40 acquisite nel 2007 e con risoluzione nominale di 0,5 metri, (ii) l’archivio delle schede descrittive degli impianti realizzato dall’ARSIAM (Ente sub regionale attuatore delle misure “forestazione”) e (iii) il catasto digitale dei terreni agricoli. In ambiente GIS è stata quindi derivata una cartografia degli impianti realizzati in scala 1:5000 circa. A ogni impianto sono state associate una serie di informazioni descrittive quali anno di impianto, specie impiegate, sesto di impianto adottato, stato di affermazione e di salute, ecc. Tale cartografia permette di ricostruire l’effettiva consistenza degli impianti anche al fine di valutarne le connessioni con gli altri elementi del paesaggio rurale. Essa permetterà di verificare, nel tempo, l’eventuale relazione tra livello di successo degli impianti delle diverse specie ed i diversi fattori ambientali di natura morfologica, climatica e pedologica. I risultati conseguiti connessi ad un puntuale monitoraggio, potranno essere utile supporto per mirare le scelte di natura tecnica in ordine alle stazioni più idonee, all’impiego di specie più adatte, ai sesti di impianto, in previsione della predisposizione e attuazione dei programmi regionali di forestazione dei terreni agricoli e non, nell’ambito delle strategie di intervento future (P.S.R. 2007-13, FAS, ecc.).

Citazione: Santopuoli G , Tonti D , Ottaviano M , Pavone N , Chirici G , Tognetti R , Marchetti M (2009). Monitoraggio su base cartografica di alberi e foreste in Regione Molise . 7° Congresso Nazionale SISEF, Isernia – Pesche (IS), 29 Set – 03 Ott 2009, Contributo no. #c7.2.5