c6.6.7 – Effetto dello stress termico sui coni di Pinus halepensis Mill.: Risultati preliminari

Salvatore R* (1), Lovreglio R (1), Moya D (2), De Las Heras J (2), Leone V (1)

(1) Dip. Scienze dei Sist. Colturali, Forestali e dell’Ambiente, Unibas, Potenza; (2) Dep. Producción Vegetal y Tecn. Agraria. ETSIA Albacete Spain
Collocazione: c6.6.7 – Tipo Comunicazione: Poster
6° Congresso SISEF *
Sessione 6: “Poster: “Fattori di stress e strategie di mitigazione”” *

Contatto: Rossella Salvatore (rossella.salvatore@unibas.it)

Abstract: Numerosi studi hanno evidenziato differenze nella germinazione dei semi dei coni serotini e non di Pinus halepensis Mill., come parte di una strategia riproduttiva basata sulla capacità di opporsi alle elevate temperature che si registrano nel corso degli incendi forestali. Il presente studio compara il livello termico che si registra a livello di squame e di asse all’interno dei coni serotini e non serotini,, provenienti da due località del sud dell’Italia (Perronello, Taranto e Marina di Camerota, Salerno); è stata altresì misurata la germinabilità dei semi dei suddetti strobili, simulando in laboratorio le temperature esterne che si registrano in un incendio forestale di media intensità. Sono stati scelti indistintamente 40 coni serotini e 40 non serotini raccolti da 6 piante di 50 anni di età da ciascuna delle località, realizzando 16 repliche di trattamento termico: 250 ºC 1’ e 3’ 400 ºC 1’ e 3’(5 coni per trattamento termico). La temperatura è stata misurata in continuo durante l’esperimento per mezzo di termocoppie inserite all’interno di fori praticati nei coni. Dopo il trattamento i semi sono stati estratti dai coni per realizzare i corrispondenti test di germinazione mediante tavolo di germinazione tipo”Jacobsen” (100 semi per trattamento). I risultati mostrano un incremento significativo della temperatura al di sotto delle squame nei coni serotini rispetto ai non serotini. All’altezza dell’asse e quindi delle logge, la temperatura non ha invece superato i 41ºC in nessun caso, evidenziando così una bassa trasmissione del calore nei due tipi di coni. La germinazione dei semi dei coni serotini è diminuita alle alte temperature applicate per 3 minuti(400 °C x 3’). La germinabilità dei semi dei coni non serotini non ha mostrato differenze significative rispetto al controllo (semi non trattati termicamente). I risultati benché preliminari evidenziano una maggiore trasmissibilità della temperatura nei coni serotini rispetto ai non serotini, e una maggiore influenza positiva sui semi di questo tipo di coni avvalorata dalla loro elevata germinabilità successivamente ai trattamenti termici. I risultati suggeriscono che la struttura anatomica degli strobili legnosi di Pinus halepensis Mill. sia in grado di mitigare lo stress termico riducendone l’impatto a livelli che favoriscono la germinabilità dei semi; appare pertanto evidente il ruolo degli strobili come fattore di mitigazione di condizioni ambientali estreme ed il ruolo della crown seed bank nel garantire la rinnovazione post incendio. Parole chiavi: Pinus halepensis Mill.; coni; crown seed bank; squame; germinazione; elevate temperature; serotinia

Citazione: Salvatore R , Lovreglio R , Moya D , De Las Heras J , Leone V (2007). Effetto dello stress termico sui coni di Pinus halepensis Mill.: Risultati preliminari . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.6.7