c6.5.31 – Produzione di legname di qualità da cedui di castagno (Castanea sativa Mill.). Caratterizzazione degli assortimenti legnosi ritraibili a 30 anni

Manetti MC*, Becagli C, Amorini E

C.R.A.-ISSEL, Arezzo
Collocazione: c6.5.31 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
6° Congresso SISEF *
Sessione 5: “Poster: “Selvicoltura, pianificazione, paesaggio”” *

Contatto: Maria Chiara Manetti (mariachiara.manetti@entecra.it)

Abstract: In Italia la castanicoltura per la produzione di legname di qualità rappresenta un settore attualmente poco sviluppato e potenziato. Le motivazioni della inadeguata valorizzazione non risiedono né nella scarsità di superficie né nella qualità dei prodotti, ma sono piuttosto da ricercarsi in un insieme di cause, spesso dipendenti l’una dall’altra quali la frammentazione spesso eccessiva della proprietà, l’assenza di una selvicoltura attiva e organica, la discontinuità di approvvigionamento del materiale legnoso, la mancanza di politiche regionali e nazionali in grado di incentivare l’intera filiera e promuovere il prodotto come durevole ed ecologico. L’obiettivo dello studio è qualificare e quantificare gli assortimenti legnosi ottenibili da un ceduo di castagno di 30 anni sottoposto ad un solo intervento di diradamento a metà turno. Lo studio è stato effettuato in un’area sottoposta a taglio raso nell’inverno 2001-2002 ubicata sul Monte Amiata (Siena). Prima del taglio raso è stata effettuata la caratterizzazione dendrometrica e strutturale del popolamento e la valutazione della morfologia individuale. La determinazione qualitativa e quantitativa degli assortimenti è stata realizzata in collaborazione con la ditta Calbos s.n.c. (Bibbiena – Arezzo) classificando ciascun fusto dopo l’abbattimento. Il soprassuolo esaminato ha evidenziato un’elevata produttività e una buona fertilità stazionale. La scarsa densità di ceppaie e l’assenza di una selvicoltura attiva hanno però influenzato negativamente la qualità dei fusti e quindi dei prodotti legnosi ottenibili. Il 62% è rappresentato da scarti di lavorazione e tannino e solo il 38% della massa risulta utilizzabile per assortimenti qualificati, quali paleria di diverse dimensioni, travatura e semilavorati.

Citazione: Manetti MC, Becagli C, Amorini E (2007). Produzione di legname di qualità da cedui di castagno (Castanea sativa Mill.). Caratterizzazione degli assortimenti legnosi ritraibili a 30 anni . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.5.31