c6.5.16 – Influenza della luce e dell’umidità del suolo sulla crescita e fisiologia della rinnovazione di farnia in querceti naturali

Raddi S (1), Basile L (1), Anichini M (1), Pozzi D (2), Logli F (2)

(1) Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali Forestali, Università degli Studi di Firenze, Via San Bonaventura 13, 50145 Firenze; (2) Ente Parco Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli Cascine Vecchie, Pisa
Collocazione: c6.5.16 – Tipo Comunicazione: Poster
6° Congresso SISEF *
Sessione 5: “Poster: “Selvicoltura, pianificazione, paesaggio”” *

Contatto: Sabrina Raddi (sabrina.raddi@unifi.it)

Abstract: L’esigenza di sviluppare sistemi selvicolturali che assicurino la continuità della copertura forestale del suolo, con tutti i benefici connessi, viene sempre più sentita a livello europeo. In questo tipo di gestione la disponibilità di luce risulta essere essenziale per l’affermazione della rinnovazione, sebbene non vada trascurato l’effetto dell’interazione tra luce e disponibilità idrica, importante in climi mediterranei. All’interno del Bosco di San Bartolomeo della Tenuta di San Rossore (Pisa) nella primavera del 2005 sono stati piantati 145 semenzali di 5 mesi sviluppatesi da ghiande raccolte all’interno della Tenuta nel Novembre 2004. Per ogni semenzale sono state determinate l’entità della disponibilità idrica e di luce nel corso dell’anno, nonché la presenza di attacchi da oidio, l’accrescimento in altezza e diametro al colletto nel gennaio 2006 e 2007 ed infine le condizioni fisiologiche tramite fluorescenza della clorofilla di foglie apicali durante la stagione vegetativa, permettendo di mettere in relazione i valori di morfo-fisiologici con le condizioni ambientali.

Citazione: Raddi S , Basile L , Anichini M , Pozzi D , Logli F (2007). Influenza della luce e dell’umidità del suolo sulla crescita e fisiologia della rinnovazione di farnia in querceti naturali . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.5.16