c6.5.15 – Stima dello stock di carbonio nella vegetazione del sottobosco mediante l’impiego di un Indice Volumetrico

Oriani A (1-2), Chiavetta U (1), Chirici G (1), Marchetti M (1)

(1) Dipartimento STAT, Università degli Studi del Molise; (2) IBAF-CNR, Montelibretti, Roma
Collocazione: c6.5.15 – Tipo Comunicazione: Poster
6° Congresso SISEF *
Sessione 5: “Poster: “Selvicoltura, pianificazione, paesaggio”” *

Contatto: antonia oriani (antonia.oriani@ibaf.cnr.it)

Abstract: La vegetazione del sottobosco svolge un ruolo rilevante nel ciclo del carbonio degli ecosistemi forestali infatti, grazie al rapido turnover di biomassa, la produzione annuale di lettiera da parte delle piante del sottobosco può rappresentare una porzione considerevole sul totale della lettiera forestale con valori che variano dal 4% al 30%. In molti modelli ecosistemici è necessario quantificare la biomassa del sottobosco come una delle componenti del ciclo dei nutrienti, ciò nonostante pochi studi siano stati rivolti alla determinazione dell’allocazione del carbonio di tale componente della vegetazione. Lo scopo di questo lavoro è la messa a punto di un metodo non distruttivo per la misura dello stock di carbonio della porzione epigea della vegetazione del sottobosco e la sua sperimentazione nella Comunità Montana dell’Alto Molise. Sulla base delle caratteristiche climatiche e delle tipologie forestali, sono stati scelti 20 plot dell’inventario forestale regionale del Molise all’interno dei quali sono stati svolti i campionamenti sulla biomassa presente sotto lo strato arboreo. Le tipologie selezionate sono rappresentative della vegetazione del territorio in esame. La biomassa del sottobosco è stata analizzata separatamente su tre strati (erbaceo, arbustivo e novellame) ed è stata misurata mediante l’uso dell’Indice Volumetrico ottenuto dal prodotto tra la percentuale di copertura e l’altezza media della vegetazione. La massa anidra è stata calcolata mediante tecniche distruttive da questa è stato derivato il tenore di carbonio. L’analisi di regressione tra l’Indice Volumetrico e il tenore di carbonio hanno dimostrato valori elevati di correlazione. La quantità di carbonio immagazzinato è risultato in media pari a 1.2 t di C per ha-1 con valori massimi di 2.4 t di C per ha-1 negli Arbusteti a ginestra e valori minimi di 0.3 t di C per ha-1 nelle Faggete.

Citazione: Oriani A , Chiavetta U , Chirici G , Marchetti M (2007). Stima dello stock di carbonio nella vegetazione del sottobosco mediante l’impiego di un Indice Volumetrico . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.5.15