c6.5.14 – Tavola di cubatura a doppia entrata per i cedui di faggio del Piemonte

Nosenzo A, Gridelli G

Dip. AGROSELVITER, Univ. TO, v. Leonardo da Vinci 44, 10095 Grugliasco (TO)
Collocazione: c6.5.14 – Tipo Comunicazione: Poster
6° Congresso SISEF *
Sessione 5: “Poster: “Selvicoltura, pianificazione, paesaggio”” *

Contatto: Antonio Nosenzo (antonio.nosenzo@unito.it)

Abstract: Spesso gli operatori del settore forestale lamentano la mancanza di strumenti idonei per la determinazione del volume di piante in piedi. Questa mancanza è ancora più rilevante quando nel corso del tempo i soprassuoli hanno modificato radicalmente le loro caratteristiche. È il caso dei cedui di faggio un tempo gestiti per fornire legna da ardere con turni relativamente brevi e soprattutto con piante di dimensioni significativamente inferiori a quelle che si riscontrano attualmente. Inoltre dai primi anni ’90 alcuni di questi popolamenti (circa 2.500 ettari) sono stati sottoposti a interventi di avviamento all’alto fusto che ne hanno ulteriormente modificato la struttura. Il lavoro di redazione della tavola di cubatura a doppia entrata (volumi cormometrici inclusi corteccia e cimale) ha seguito le seguenti fasi: (1) Individuazione delle aree di maggiore interesse per consistenza, estensione e considerazioni di tipo economico sulle quali svolgere le indagini ed i rilievi (17 vallate principali distribuite in 6 Province). (2) Dimensionamento del campionamento da effettuare sia su alberi modello ipsometrici che volumetrici in funzione della variabilità riscontrata nelle aree oggetto di studio. (3) Rilievi ipso-volumetrici su 1.085 alberi modello. (4) Elaborazione dei dati volto ad eliminare i dati aberranti mediante specifica analisi statistica. (5) Ricerca del modello stereometrico ottimale per la costruzione della tavola di cubatura a doppia entrata. Il risultato del presente lavoro è consistito quindi nella costruzione della tavola di cubatura a doppia entrata per i cedui dl faggio del Piemonte, tenendo conto anche che le faggete costituiscono la seconda tipologia forestale più estesa in Piemonte (136.000 ettari) e sono per oltre il 90% governate a ceduo.

Citazione: Nosenzo A, Gridelli G (2007). Tavola di cubatura a doppia entrata per i cedui di faggio del Piemonte . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.5.14