c6.4.18 – Stima e previsione della produttività ecosistemica netta in una foresta mediterranea in condizioni di cambiamento climatico. Applicazione del modello 3PG-day

Nol’a A* (1), Alberti G (2), Arriga N (3), Magnani F (4), Miglietta F (5), Ripullone F (1), Borghetti M (1)

(1) Università degli studi della basilicata; (2) Università degli studi di Udine; (3) Università della Tuscia -Viterbo; (4) Università di Bologna; (5) CNR-IBIMET, Firenze;
Collocazione: c6.4.18 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
6° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Sessione 4: Biodiversità, cambiamenti climatici, monitoraggio” *

Contatto: Angelo Nol’a (nole@unibas.it)

Abstract: Una nuova versione del modello di processo 3PG-S è stata implementata per la stima della produttività ecosistemica netta (NEP) a passo giornaliero. Il modello 3PG-day è stato testato per la stima e previsione a lungo termine della NEP in ambiente mediterraneo, in condizioni di cambiamento climatico. Il modello è stato applicato per il sito sperimentale LASMEX-MIND di Tolfa, dove è stata operata una manipolazione sperimentale della disponibilità idrica su larga scala, mediante irrigazione e intercettazione delle precipitazioni su due parcelle di 1 ha (WET e DRY). Le principali modifiche apportate al modello 3PG-S hanno riguardato l’implementazione dello step di calcolo da mensile a giornaliero, l‘introduzione di un nuovo modificatore dell’effetto della temperatura sulla produttività ecosistemica, l’implementazione di una nuova routine di calcolo per la stima del bilancio idrologico. Il modello, applicato in modalità site-specific, è stato parametrizzato in funzione delle caratteristiche stazionali e vegetazionali del sito, caratterizzato da una macchia alta di corbezzolo (Arbutus unedo). Per il dataset di input sono stati utilizzati sia dati telerilevati di NDVI dal sensore MODIS, sia i dati climatici misurati in situ, relativi all’anno 2005. Il modello è stato quindi validato con i dati di flussi eddy covariance misurati per i due trattamenti WET e DRY. Le stime di NEP ottenute per i due trattamenti a diverso regime pluviometrico hanno messo in evidenza la sensibilità del modello alle variazioni della disponibilità idrica, mostrando una buona correlazione con la NEP misurata. Per quanto riguarda i pattern giornalieri, il modello tende a una leggera sovrastima della NEP durante il periodo estivo nella parcella WET e durante il periodo primaverile nella parcella DRY.

Citazione: Nol’a A , Alberti G , Arriga N , Magnani F , Miglietta F , Ripullone F , Borghetti M (2007). Stima e previsione della produttività ecosistemica netta in una foresta mediterranea in condizioni di cambiamento climatico. Applicazione del modello 3PG-day . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.4.18