c6.1.6 – Fuoco prescritto sperimentale per la gestione conservativa della brughiera a Calluna vulgaris in Piemonte: effetti sulla mortalità di Populus tremula e Betula pendula

Ascoli D* (1), Ceccato R (1), Marzano R (1), Bovio G (1)

Agroselviter – Università di Torino
Collocazione: c6.1.6 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
6° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Sessione 1: Selvicoltura, pianificazione, paesaggio” *

Contatto: Davide Ascoli (d.ascoli@unito.it)

Abstract: Nell’ambito di un progetto di ricerca che studia l’applicabilità del fuoco prescritto per rigenerare i popolamenti a Calluna vulgaris e limitare l’invasione del Populus tremula e della Betula pendula in ambiente di brughiera, sono stati realizzati 16 fronti di fiamma sperimentali nella “Riserva Naturale Orientata della Vauda” (Regione Piemonte). L’obiettivo del presente lavoro è descrivere le relazioni fra la mortalità di individui di pioppo e betulla ed il comportamento del fuoco, espresso come intensità lineare (kW/m). I fronti di fiamma sperimentali hanno interessato superfici rettangolari di dimensioni comprese tra 1250 m2 (25 x 50 m) e 4000 m2 (50 x 80 m). La variabilità della distribuzione del carico di combustibile, della direzione e della velocità del vento ha determinato un comportamento del fuoco eterogeneo con intensità lineare variabile da 30 a 5000 kW/m ed una velocità di avanzamento da 0.6 a 18 m/min. La quantificazione puntuale delle caratteristiche del fronte di fiamma ha consentito di realizzare un modello di regressione logistica che esprime la mortalità in funzione delle dimensioni (diametro al colletto) e dell’intensità del fuoco. In entrambe le specie la mortalità della parte epigea risulta aumentare significativamente al crescere dell’intensità del fronte di fiamma. Viceversa la capacità di ricaccio del pioppo (densità di polloni radicali ad ettaro) non è risultata significativamente legata al comportamento del fuoco. Resistenza e resilienza del pioppo aumentano al crescere del diametro. Similmente per la betulla, il numero di polloni ricacciati dalla ceppaia risulta essere in relazione al diametro dell’individuo, ma non varia in funzione dell’intensità del fronte. I risultati ottenuti costituiscono uno strumento di supporto alle decisioni con importanti implicazioni gestionali per la conservazione della brughiera a Calluna vulgaris in Piemonte.

Citazione: Ascoli D , Ceccato R , Marzano R , Bovio G (2007). Fuoco prescritto sperimentale per la gestione conservativa della brughiera a Calluna vulgaris in Piemonte: effetti sulla mortalità di Populus tremula e Betula pendula . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.1.6