c6.1.24 – Utilizzo di immagini telerilevate multispettrali SPOT5 per il monitoraggio delle superfici tagliate a raso in boschi cedui

Giuliarelli D* (1), Chirici G (2), Lamonaca A (1), Marchetti M (2), Mattioli W (1), Tonti D (2), Corona P (1)

(1) Dipartimento di Scienze dell’Ambiente Forestale e delle sue Risorse, Viterbo; (2) Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio, Pesche (IS).
Collocazione: c6.1.24 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
6° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Sessione 1: Selvicoltura, pianificazione, paesaggio” *

Contatto: Diego Giuliarelli (dgiuliarelli@unitus.it)

Abstract: Obiettivo del presente lavoro è la sperimentazione di procedure per il monitoraggio delle superfici tagliate a raso in boschi cedui mediante l’utilizzo di immagini telerilevate ad alta risoluzione SPOT5. Procedure di delineazione tramite interpretazione a video di un set multitemporale di immagini vengono confrontate con procedure automatiche di change detection delle superfici forestali utilizzate. In particolare sono posti a confronto approcci per sogliatura di indici multi temporali di attività fotosintetica e alcuni algoritmi di classificazione di tipo supervised. I valori delle superfici tagliate misurati sulle immagini SPOT5, una volta validati a terra con rilievo GPS, vengono confrontati con i valori registrati ai fini delle statistiche ufficiali su un campione di unità amministrative nell’Italia centro-meridionale. I primi risultati ottenuti dimostrano chiaramente l’utilità delle immagini multitemporali SPOT5 per il monitoraggio delle utilizzazioni nei cedui, le procedure automatiche di change detection permettono di ottenere buoni risultati in termini di accuratezza delle classificazioni rispetto a quanto rilevato per interpretazione manuale. L’attività svolta evidenzia una certa discrepanza tra le superfici tagliate individuate dal dato satellitare e le superfici registrate amministrativamente che, nel complesso, risultano significativamente inferiori. Ciò è verosimilmente da ricondurre al regime semplificato di autorizzazione a cui è prevalentemente soggetto il taglio dei cedui, oltre che alla eventuale carenza di tempestività e/o dispersione dei dati che talora caratterizza il flusso di informazioni che alimentano la statistica ufficiale.

Citazione: Giuliarelli D , Chirici G , Lamonaca A , Marchetti M , Mattioli W , Tonti D , Corona P (2007). Utilizzo di immagini telerilevate multispettrali SPOT5 per il monitoraggio delle superfici tagliate a raso in boschi cedui . 6° Congresso Nazionale SISEF, Arezzo, 25 – 27 Set 2007, Contributo no. #c6.1.24