c5.7.76 – Primi risultati delle ricerche sugli effetti della consociazione sulla funzionalità di impianti di noce comune (Juglans regia L.)

Cutini A (1), Giannini T (1), Varallo A (1)

(1) C.R.A., Istituto Sperimentale per la Selvicoltura, v.le S. Margherita 80, 52100 Arezzo
Collocazione: c5.7.76 – Tipo Comunicazione: Poster
5° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: A Cutini (cutini@selvicoltura.org)

Abstract: Si illustrano i risultati di una ricerca, effettuata nell’ambito del progetto finalizzato Mi.P.A.F. ‘RI.SELV.ITALIA’, sui processi bio-ecologici all’origine del diverso livello di funzionalità di impianti di noce comune (Juglans regia L.) puri e misti con ontano napoletano (Alnus cordata Loisel). Funzionalità e efficienza ecologica sono state analizzate mettendo in relazione accrescimento e produttività con le principali caratteristiche delle singole chiome, della copertura e dell’apparato fogliare. Oggetto di studio sono state tre aree sperimentali, realizzate in un impianto puro di noce (P), in uno misto 50% noce e 50% ontano napoletano (M 50%) e in uno misto 25% noce e 75% ontano napoletano (M 25%), in località S. Barbara (Cavriglia, Arezzo). I risultati hanno messo in evidenza differenze significative a livello di LAI e di quantità di PAR intercettata. Il LAI nel P è 0.9±0.1 m² m-² mentre nel M 50% e nel M 25% è rispettivamente 5.0±0.1 e 5.4±0.3 m² m-². La trasmittanza (radiazione misurata sotto copertura in % di quella incidente) è 35.6±2.8% nel P, e 6.5±0.8% e 5.5±1.1% rispettivamente nel M 50% e nel M 25%. Anche la produzione annuale di lettiera nel P è nettamente inferiore a quella degli impianti misti, soprattutto a causa di una ridotta biomassa fogliare (150 g m-² nel P contro circa 450 g m² nei misti). Da notare i valori di biomassa fogliare per singola pianta di noce: 4.1 kg nel M 50% e 4.9 kg nel M 25% contro i 3.0 kg nel P. Sulla base di questi primi risultati si può affermare che la consociazione con ontano napoletano è all’origine non solo di una maggiore produttività complessiva del sistema ma anche di consistenti modifiche delle caratteristiche delle chiome del noce che si riflettono positivamente anche su accrescimento e produttività.

Citazione: Cutini A , Giannini T , Varallo A (2005). Primi risultati delle ricerche sugli effetti della consociazione sulla funzionalità di impianti di noce comune (Juglans regia L.) . 5° Congresso Nazionale SISEF, Grugliasco (TO), 27 – 29 Set 2005, Contributo no. #c5.7.76