c5.7.26 – Accrescimento e clima in popolamenti di abete rosso (Picea abies Karst.) e abete bianco (Abies alba Mill.) in Val d’Aosta.

Nola P (1), Motta R (2)

(1) Dip. Ecologia del Territorio, Univ. PV, v. S. Epifanio 14, 27100 Pavia – (2) Dip. AGROSELVITER, Univ. TO, v. L. da Vinci 44, 10095 Grugliasco (TO)
Collocazione: c5.7.26 – Tipo Comunicazione: Poster
5° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: P Nola (rmotta.selv@iol.it)

Abstract: L’accrescimento annuale di alcuni popolamenti di abete bianco e abete rosso in Val d’Aosta è stato analizzato tramite metodi dendroecologici, al fine di evidenziare similitudini e differenze nel ritmo di accrescimento delle due specie e di individuarne i fattori climatici responsabili. A tale scopo sono stati campionati 7 popolamenti di abete rosso (110 piante, 233 carote) e 6 popolamenti di abete bianco (95 piante, 216 carote). In laboratorio le carote sono state preparate per il riconoscimento e la misura degli anelli annuali e per ogni carota è stata costruita una cronologia elementare. Le cronologie ottenute sono state indicizzate in modo da evidenziare il segnale climatico (programma ARSTAN). Le cronologie indicizzate sono state mediate, stazione per stazione e specie per specie, permettendo così la costruzione di 13 cronologie medie stazionali. Per ogni stazione sono state calcolate: a) le relazioni tra accrescimento e clima per il periodo 1830-1995, tramite funzioni di risposta e funzioni di correlazione; b) le componenti principali delle cronologie indicizzate e delle relazioni tra accrescimento e clima. Le cronologie ottenute si estendono per un periodo variabile, con valori compresi tra 227 e 360 anni per l’abete rosso e tra 194 e 344 per l’abete bianco. L’abete bianco presenta sensitività media e correlazione inter-serie più elevate rispetto all’abete rosso. Le funzioni di risposta e le funzioni di correlazione hanno dato risultati coerenti che permettono di evidenziare similitudini e differenze nel comportamento delle due specie. In entrambe le specie l’accrescimento annuale è favorito da temperature elevate in estate (giugno e luglio per l’abete rosso, luglio per l’abete bianco) e relativamente miti nei mesi invernali che precedono l’entrata in vegetazione in inverno (dicembre per l’abete rosso, novembre e dicembre per l’abete bianco). Le due specie si differenziano soprattutto per la risposta alle precipitazioni. L’abete rosso risponde positivamente alle precipitazioni invernali (dicembre), mentre l’abete bianco a quelle primaverili (maggio). L’analisi delle componenti principali mette in evidenza, sul piano di ordinamento, una chiara separazione delle due specie, qualunque sia il parametro utilizzato per descrivere le stazioni, indicando una elevata omogeneità nei ritmi d’accrescimento e nelle risposte al clima all’interno della stessa specie.

Citazione: Nola P , Motta R (2005). Accrescimento e clima in popolamenti di abete rosso (Picea abies Karst.) e abete bianco (Abies alba Mill.) in Val d’Aosta. . 5° Congresso Nazionale SISEF, Grugliasco (TO), 27 – 29 Set 2005, Contributo no. #c5.7.26