c5.7.16 – Studio preliminare della variabilità delle forme di humus studiate secondo due diversi approcci in relazione al tipo di vegetazione presente in stazioni campione di aree montane lombarde

Chersich S (1,2), Ivetic B (3), D’Alessio D(3)

(1) Centro di Ecologia Alpina, 38040 Viote del Monte Bondone (TN) – (2) Dip. Scienze dell’Ambiente e del Territorio, Univ. MIB, p.zza della Scienza 1, Milano – (3) Ricerche ecologiche applicate, Monza
Collocazione: c5.7.16 – Tipo Comunicazione: Poster
5° Congresso SISEF *
Sessione 7: “Poster” *

Contatto: S Chersich (silvia.chersich@unimib.it)

Abstract: Nel corso delle indagini per il Progetto PACSI (Prima Approssimazione Carta dei Suoli d’Italia 1:250K ‘ ERSAF Lombardia) si è effettuata un’indagine conoscitiva della distribuzione delle forme di humus nel territorio montano della Lombardia. Le forme di humus sono state classificate secondo due diversi approcci: francese (Jabiol et al., 1995) e canadese (Green et al., 1993). Si sono effettuati 30 rilievi delle forme di humus in 8 pedopaesaggi rappresentativi al fine di correlare gli humus ai tipi di vegetazione. Si sono sviluppate considerazioni generali sulla distribuzione e variabilità delle forme di humus nelle aree esplorate della montagna e collina lombarde in relazione ai fattori ai fattori ambientali. Tale approccio ha permesso di caratterizzare in via preliminare i due diversi tipi di approccio allo studio delle forme di humus.

Citazione: Chersich S ,, Ivetic B , D’Alessio D (2005). Studio preliminare della variabilità delle forme di humus studiate secondo due diversi approcci in relazione al tipo di vegetazione presente in stazioni campione di aree montane lombarde . 5° Congresso Nazionale SISEF, Grugliasco (TO), 27 – 29 Set 2005, Contributo no. #c5.7.16