c5.1.8 – Effetti della frammentazione dell’habitat sulla struttura genetica di alcune popolazioni di faggio (Fagus sylvatica L.) dell’Italia centrale

Scalfi M* (1), Leonardi S (1), Piovani P (1), Piotti A (1), Menozzi P(1)

(1) Dip. Scienze Ambientali, Univ. PR, Parco Area delle Scienze 11A, 43100 Parma
Collocazione: c5.1.8 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
5° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Biodiversità, monitoraggio (LTER) e fattori perturbativi” *

Contatto: M Scalfi (scalfi@dsa.unipr.it)

Abstract: La frammentazione di un habitat continuo in subunità più piccole ed isolate rappresenta notoriamente una forte minaccia per la biodiversità e per l’integrità degli ecosistemi. Gli effetti della frammentazione sulla biodiversità in generale sono stati oggetto di numerosi studi, ma le indagini che riguardano la biodiversità genetica ed in particolare quella relativa alle specie forestali sono meno numerose. Le indicazioni più recenti della letteratura non hanno consentito di stabilire con accuratezza un valore soglia oltre il quale si inizi ad osservare un effetto sulla variabilità genetica e sulla sua ripartizione tra ed entro le popolazioni frammentate. A questo scopo è determinante stabilire quale sia la dimensione della popolazione e la distanza dall’areale continuo entro cui avviene il flusso genico. Per rispondere a tali quesiti sono state analizzate 25 popolazioni di faggio (Fagus sylvatica L.) dell’Italia centrale, suddivise in tre gruppi corrispondenti a tre livelli crescenti di frammentazione. Per ogni popolazione sono stati mappati e caratterizzati con 5 marcatori microsatellite 30 alberi. Gli effetti della frammentazione sono stati studiati sia sulla variabilità genetica entro popolazione, sia sul grado di differenziamento tra popolazioni. L’analisi dei dati ottenuti ha permesso di individuare un significativo incremento nel grado di differenziamento tra le popolazioni del gruppo ad isolamento più elevato, dato confermato dall’analisi delle coordinate principali effettuata sulla matrice delle distanze genetiche tra coppie di popolazioni. Al contrario, per quanto riguarda i parametri che misurano la variabilità genetica interna non sono state rilevate differenze significative tra i tre gruppi di popolazioni.

Citazione: Scalfi M , Leonardi S , Piovani P , Piotti A , Menozzi P (2005). Effetti della frammentazione dell’habitat sulla struttura genetica di alcune popolazioni di faggio (Fagus sylvatica L.) dell’Italia centrale . 5° Congresso Nazionale SISEF, Grugliasco (TO), 27 – 29 Set 2005, Contributo no. #c5.1.8