c3.4.11 – Ruolo della mobilitazione dell’azoto di riserva per la crescita primaverile in ciliegio (Prunus avium L.)

Grassi G (1)*, Tagliavini M (1), Minotta G (1), Millard P (2)

(1) Dipartimento di Colture Arboree, Università degli Studi di Bologna – Italy. (2) Macaulay Land Use Research Institute, Craigiebuckler, Aberdeen, UK
Collocazione: c3.4.11 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Arboricoltura per la produzione e per l’ambiente” *

Contatto: Giacomo Grassi (grassi@agrsci.unibo.it)

Abstract: Il ciclo interno dell’azoto in alberi decidui comprende due fasi di accumulo -invernale nei tessuti legnosi ed estiva nelle foglie – e due fasi di rimobilitazione -in primavera durante la crescita dei nuovi getti ed in autunno durante la senescenza delle foglie. In alberi adulti la rimobilitazione primaverile dell’azoto rappresenta la principale fonte di azoto per la crescita. Un’adeguata conoscenza di tale processo, e dei fattori che lo influenzano, rappresenta quindi un aspetto cruciale per ottimizzare la produttivita’ e la sostenibilita’ in impianti di arboricoltura da legno. Tra i metodi disponibili per misurare la rimobilitazione l’utilizzo dell’isotopo 15N si e’ dimostrato il piu’ affidabile, ma risulta applicabile solo a piccole piante allevate in vaso. La misura diretta della rimobilitazione azotata in alberi adulti in pieno campo fornirebbe importanti informazioni ai fini gestionali, soprattutto in riferimento a dosi ed epoche ottimali di concimazione. Nel presente studio, mediante l’uso di 15N, sono state quantificate l’entita’ e la dinamica della rimobilitazione azotata primaverile in semenzali di ciliegio da legno allevati in vaso con diversi livelli di azoto. Al tempo stesso, e’ stato valutato un nuovo metodo per caratterizzare la rimobilitazione di azoto, mediante misure di flusso di linfa xilematica in congiunzione con misure di concentrazione dei principali aminoacidi nella linfa stessa. I risultati ottenuti evidenziano che: (i) nelle prime tre settimane dalla ripresa vegetativa l’azoto nei nuovi getti deriva quasi esclusivamente dalla rimobilitazione interna; (ii) l’entita’ della rimobilitazione dipende dall’azoto accumulato nell’anno precedente e non dalla disponibilita’ di azoto nell’anno stesso; (iii) il nuovo metodo sperimentato potrebbe consentire, per la prima volta, la determinazione diretta e non distruttiva della rimobilitazione azotata su alberi adulti in pieno campo.

Citazione: Grassi G , Tagliavini M , Minotta G , Millard P (2001). Ruolo della mobilitazione dell’azoto di riserva per la crescita primaverile in ciliegio (Prunus avium L.) . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.4.11