c3.4.10 – Propagazione vegetativa del pioppo bianco (Populus alba) mediante talee legnose: variabilità genetica e modalità di trattamento del materiale

Sabatti M (1), Nardin F (2), Olivero M (2), Alasia F (2), Scarascia-Mugnozza G (1)

(1) DISAFRI, Università della Tuscia, Via S.C. de Lellis, Viterbo, Italia. (2) Alasia Vivai, Loc. San Giorgio, Cavallermaggiore (CN), Italia
Collocazione: c3.4.10 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Arboricoltura per la produzione e per l’ambiente” *

Contatto: Maurizio Sabatti (sabatti@unitus.it)

Abstract: L’utilizzazione del pioppo (Populus spp.) in arboricoltura da legno e’ dovuta alla sua notevole rapidita’ di crescita, ma uno dei vantaggi principali consiste anche nella facilita’ di propagare questo materiale per via agamica. Tutti i pioppi della sez. Leuce posseggono una notevole capacita’ di propagazione vegetativa attraverso l’emissione di polloni radicali mentre la potenzialita’ di propagazione per talea legnosa varia, in questa sez., a seconda della specie. Le informazioni disponibili sulla radicazione di talee legnose di P. alba hanno fornito finora risultati discordanti (Sekawin, 1975) mostrando ampie variazioni dei valori di radicazione per lo stesso genotipo da un anno all’altro (Zsuffa, com. pers.). Per chiarire alcuni aspetti relativi alla propagazione vegetativa del P. alba e’ stato condotto uno studio, in ambienti e periodi differenti, su materiale proveniente da popolazioni italiane comprendenti 46 famiglie di fratellastri e 361 genotipi. L’analisi statistica ha presentato una significativita’ delle componenti genetiche di popolazioni, famiglie e cloni per il carattere radicazione. Le percentuali medie di radicazione relative alle famiglie di fratellastri hanno mostrato un campo di variabilita’ molto ampio, con valori compresi tra il 10 e il 90 %. L’ereditabilita’ (H2) e’ risultata essere elevata, essendo 0.94 per la localita’ di Viterbo e 0.89 per quella di Cavallermaggiore (CN). Inoltre, sono stati impiegati due genotipi, recentemente iscritti al RNCP, per valutare l’influenza della lunghezza delle talee e del periodo d’impianto sulla radicazione. Con lo stesso materiale sono state fatte delle prove di radicazione tenendo conto del diametro e della posizione della talea sul fusto. Dall’analisi dei risultati delle prove effettuate si e’ ottenuto che, per i genotipi impiegati, il diametro e la lunghezza delle talee influiscono in modo significativo sulla radicazione del P. alba mentre una minore importanza e’ dovuta al periodo di impianto.

Citazione: Sabatti M , Nardin F , Olivero M , Alasia F , ScarasciaMugnozza G (2001). Propagazione vegetativa del pioppo bianco (Populus alba) mediante talee legnose: variabilità genetica e modalità di trattamento del materiale . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.4.10