c3.3.10 – Le pinete demaniali dell’Alto Adriatico: studio sull’evoluzione dei rimboschimenti eseguiti ad inizio ’900

Andreatta G

Corpo Forestale dello Stato – Ufficio Amministrazione ex Azienda di Stato per le Foreste Demaniali – Belluno
Collocazione: c3.3.10 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 3: “Foreste e selvicoltura per la protezione del territorio” *

Contatto: Gianpiero Andreatta (ex_asfd.belluno@corpoforestale.it)

Abstract: Agli inizi del secolo scorso, nell’arco di alcuni decenni, è stata condotta una intensa opera di rimboschimenti litoranei nelle province di Forlì-Cesena (oggi quasi totalmente scomparse), di Ravenna e di Ferrara, rimboschimenti che hanno interessato una fascia costiera di alcune decine di chilometri per una superficie di diverse centinaia di ettari, precedentemente occupata da sabbie aride o solamente formazioni cespugliose peraltro assai rade. Lo studio condotto mette a confronto, attraverso una puntuale analisi delle vicende storiche, le differenti realtà delle formazioni forestali ubicate nelle frazioni litoranee del comune di Ravenna e quella sita a Lido di Volano in comune di Comacchio (FE). A seguito di diversi indirizzi gestionali, le prime si presentano in gran parte allo stato puro, con netta prevalenza del pino marittimo (Pinus pinaster Aiton) sul pino domestico (Pinus pinea L.), mentre il complesso boscato di Lido di Volano, in conseguenza di interventi di diradamento e di sottopiantagione con latifoglie autoctone, si presenta a struttura bistratificata, con lo strato superiore formato da pini (marittimo e domestico) e lo strato inferiore composto in gran parte da giovani piante di latifoglie quali leccio (Quercus ilex L.), farnia (Quercus peduncolata Ehrh.), frassino meridionale (Fraxinus augustifolia Auct.), pioppo bianco (Populus alba L.), biancospino (Crataegus sp.), corniolo (Cornus mas L.), prugnolo (Prunus spinosa L.), frangola (Frangula alnus), ligustro (Ligustrum vulgare L.), ilatro sottile (Phillyrea angustifolia L.). L’analisi condotta ben si presta a rappresentare nella pratica diverse modalità di intervento con la possibilità di una gestione selvicolturale che persegua differenti finalità.

Citazione: Andreatta G (2001). Le pinete demaniali dell’Alto Adriatico: studio sull’evoluzione dei rimboschimenti eseguiti ad inizio ’900 . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.3.10