c3.2.7 – Interazioni tra stress idrico e attacco di funghi e insetti in giovani piante di cerro

Battisti A, Capretti P, Ciuti F, Comparini C

Dip. Biotecnologie Agrarie, Università di Firenze
Collocazione: c3.2.7 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 2: “Foreste e selvicoltura per gli equilibri climatici” *

Contatto: Andrea Battisti (battisti@ipaf.fi.cnr.it)

Abstract: Sono state svolte prove in ambiente controllato e in laboratorio al fine di evidenziare le interazioni tra stress idrico e attacco di funghi e insetti in giovani piante di cerro (Quercus cerris). Per le prove sono state utilizzate spore di Biscognauxia mediterranea raccolte in provincia di Viterbo da piante di cerro colonizzate dal fungo, e larve dell’insetto defogliatore Lymantria dispar. Lo stress è stato stimato mediante misurazione del potenziale idrico con camera a pressione. Le prove erano volte alla verifica delle seguenti ipotesi: 1. Lo stress idrico favorisce l’attacco del fungo e dell’insetto. 2. L’attacco del fungo e dell’insetto determina un aggravamento delle condizioni di stress della pianta. 3. Le caratteristiche genetiche individuali (a livello di pianta, fungo e insetto) possono determinare risposte diverse agli stessi trattamenti. I risultati ottenuti consentono di affermare che: 1. Lo stress idrico promuove la colonizzazione del fungo ma solo entro una determinata ’finestra di suscettibilità’, mentre le piante sono idonee all’alimentazione dell’insetto se non vengono raggiunti elevati valori di stress. Alcuni marcatori biochimici sembrano mostrare una correlazione significativa con il potenziale idrico. 2. L’attacco di fungo e insetto determina generalmente un aggravamento dello stress idrico, con conseguenze variabili in relazione al trattamento pregresso delle piante. 3. Nell’ambito di ciascun trattamento esiste una notevole variabilità individuale sia nella capacità delle piante di sostenere l’attacco di fungo e insetto sia nell’aggressività di questi nei confronti dell’ospite. L’adattamento tra pianta ospite, fungo patogeno e insetto fitofago sembra poter svolgere un ruolo rilevante nell’evoluzione dell’ecosistema forestale, soprattutto in relazione agli intensi fenomeni di stress idrico rilevati negli ultimi anni e possibilmente collegati ai cambiamenti climatici in atto.

Citazione: Battisti A, Capretti P, Ciuti F, Comparini C (2001). Interazioni tra stress idrico e attacco di funghi e insetti in giovani piante di cerro . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.2.7