c3.2.6 – Verso una semplificazione degli studi allometrici in campo forestale

Mencuccini M

IERM – University of Edinburgh
Collocazione: c3.2.6 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 2: “Foreste e selvicoltura per gli equilibri climatici” *

Contatto: Maurizio Mencuccini (m.mencuccini@ed.ac.uk)

Abstract: Gli studi allometrici hanno recuperato recentemente un ruolo molto rilevante nella ricerca forestale, nel contesto della stima dell’accumulo e sequestro dell’anidride carbonica da parte degli ecosistemi terrestri. Ad esempio, l’applicazione del protocollo di Kyoto richiederà di fornire stime frequenti ad accurate degli stock di carbonio presenti nei popolamenti forestali. La stima del contenuto di carbonio negli alberi forestali costituirà una parte importante di tali valutazioni. In questo contributo passerò in rassegna le motivazioni scientifiche alla base degli studi allometrici e cercherò di identificare le priorità di ricerca per studi futuri. In particolare, mi soffermerò su due aspetti particolari: a) l’irrobustimento delle basi teoriche degli studi allometrici attraverso una migliore comprensione dei loro fondamenti biologici, e b) la ricerca di scorciatoie pratiche per la stima dei coefficienti allometrici da poter applicare in bosco.

Citazione: Mencuccini M (2001). Verso una semplificazione degli studi allometrici in campo forestale . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.2.6