c3.2.20 – Il ruolo degli ecosistemi forestali nel ciclo del carbonio: il progetto di ricerca europeo ’FORECAST’

Hajny M*, Bascietto M, Masci A, Matteucci G, Scarascia-Mugnozza G

DISAFRI – Università della Tuscia, v. S. Camillo de Lellis – 01100 Viterbo
Collocazione: c3.2.20 – Tipo Comunicazione: Poster
3° Congresso SISEF *
Sessione 2: “Foreste e selvicoltura per gli equilibri climatici” *

Contatto: Massimiliano Hajny (maxihajny@libero.it)

Abstract: Sebbene sia crescente l’importanza attribuita agli stock di carbonio immagazzinati negli ecosistemi forestali nell’influenzare il ciclo del carbonio globale, sottolineata fra l’altro dal protocollo di Kyoto, non sono ancora completamente chiari i meccanismi che regolano la capacita’ di stoccaggio di carbonio nelle foreste. Il cluster di progetti della CE CARBOEUROPE e’ stato finanziato proprio per investigare tali aspetti, e al suo interno e’ inserito il progetto FORCAST- Forest Carbon-Nitrogen Trajectories, che viene qui presentato sia nei suoi aspetti generali sia per quelli riguardanti l’unita di ricerca di Viterbo . Descrizione generale del progetto e obbiettivi da raggiungere: Quantificazione del ruolo degli ecosistemi forestali europei come source and sink (emettitori-assorbitori) di carbonio (C), attraverso misurazioni di cambiamenti negli stock di C e comprensione dei processi responsabili in modo da poter prevedere l’entita’ di tali processi nel futuro . Integrazione all’interno del progetto di ricerca di fattori quali cambiamenti climatici, gestione forestale e fattori di disturbo. Valutazione delle interrelazioni fra processi legati ai popolamenti arborei, processi eterotrofici e fattori legati alla biodiversita’. Per permettere queste ricerche e’ stato creato un transect che si estende dalla Svezia all’Italia centrale e dalla Francia all’est della Germania, con siti rappresentativi per le tre specie prese in considerazione: Fagus sylvatica, Picea abies e Pinus sylvestris. Ruolo della nostra unita’ di ricerca all’interno del progetto: Determinazione della biomassa epigea nelle diverse specie arboree citate e nei diversi siti che compongono il transect e ripartizione della biomassa epigea nelle sue componenti principali (fusto, rami, foglie). Valutazione della produttivita’ primaria netta epigea e sua allocazione. Breve descrizione delle metodologie di campionamento utilizzate nei siti gia’ campionati e presentazione dei risultati preliminari ottenuti.

Citazione: Hajny M, Bascietto M, Masci A, Matteucci G, ScarasciaMugnozza G (2001). Il ruolo degli ecosistemi forestali nel ciclo del carbonio: il progetto di ricerca europeo ’FORECAST’ . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.2.20