c3.2.17 – L’indice fotochimico di riflettanza (PRI): una tecnica innovativa per la valutazione delle potenzialita’ fotosintetiche fogliari

Raddi S (1)*, Magnani F (2)

(1) DISTAF, Universita’ di Firenze, Firenze; (2) IMGPF, CNR, Firenze
Collocazione: c3.2.17 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 2: “Foreste e selvicoltura per gli equilibri climatici” *

Contatto: Sabrina Raddi (sabrina.raddi@unifi.it)

Abstract: L’analisi della riflettanza ottica fogliare e’ stata utilmente impiegata per stimare la concentrazione dei pigmenti fotochimici nella foglia, fornendo preziose indicazioni sulle caratteristiche biochimiche delle piante verdi. Studi recenti hanno messo in evidenza la possibilita’ di stimare da misure di riflettanza anche l’efficienza di uso della luce da parte di foglie e coperture forestali, attraverso le modifiche indotte nel ciclo delle xantofille. La misura si basa sull’indice fotochimico di riflettanza (Photochemical Reflectance Index, PRI), dato dal rapporto normalizzato fra la riflettanza a 531 e 570 nm. Misure da noi condotte su numerose specie forestali (Castanea sativa, Fagus sylvatica, Fraxinus angustifolia, Juglans regia, Laurus nobilis, Ligustrum vulgare, Platanus occidentalis, Quercus ilex, Q. pubescens, Salix crataegifolia) dimostrano come le misure di PRI forniscano precise informazioni non solo sull’efficienza istantanea di uso della luce, ma anche sulle potenzialita’ fotosintetiche fogliari, aprendo la strada per il telerilevamento della produttivita’ primaria lorda delle foreste.

Citazione: Raddi S , Magnani F (2001). L’indice fotochimico di riflettanza (PRI): una tecnica innovativa per la valutazione delle potenzialita’ fotosintetiche fogliari . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.2.17