c3.1.19 – Primi risultati di un’indagine sui boschi di neoformazione della Comunità Montana Agno-Chiampo (VI)

Pelleri F, Ferretti F, Sulli M

Istituto Sperimentale per la Selvicoltura, p.le delle Cascine, 1 – 50144 Firenze
Collocazione: c3.1.19 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Foreste e selvicoltura per la conservazione della biodiversità” *

Contatto: Francesco Pellieri (issarfi@user.ats.it)

Abstract: L’indagine, condotta sull’intero territorio della Comunità Montana Agno-Chiampo (Prealpi Vicentine), ha evidenziato il veloce dinamismo della vegetazione ed i mutamenti al paesaggio agricolo e forestale che si sono verificati in questi ultimi 40 anni. Per valutare le variazioni d’uso del suolo è stato realizzato un Sistema Informativo Territoriale (SIT) attraverso il quale è stato possibile combinare le informazioni derivate dalla fotointerpretazione di foto aeree di diversa epoca con le informazioni ricavate dai rilievi (dendrometrico-vegetazionali) eseguiti su un campione dei nuovi popolamenti forestali. L’analisi dei dati ha consentito la definizione e la localizzazione delle principali tipologie di bosco di neoformazione individuabili nell’area di studio. Tra le tipologie riscontrate gli acero-frassineti rappresentano quella più significativa che caratterizza la parte alta del territorio della Comunità Montana e precisamente la fascia tra 500 e 1000 metri d’altitudine. Nelle esposizioni fresche, su suoli caratterizzati da buona disponibilità idrica originatesi su substrati geologici di varia natura, il predominio delle due specie è quasi esclusivo (acero-frassineto tipico), mentre nei versanti più caldi, caratterizzati da minori disponibilità idriche e su substrati di tipo calcareo e dolomitico, alle due specie principali si associa il carpino nero e secondariamente il nocciolo (acero-frassineto con carpino nero). Per stimolare la gestione di questi popolamenti, attualmente utilizzati per soddisfare le esigenze di legna da ardere dei proprietari, e per valorizzare la produzione di legname di pregio ottenibile dagli acero-frassineti sono stati realizzati dei diradamenti sperimentali su popolamenti di diversa età e stadio evolutivo di cui si riportano le principali linee guida.

Citazione: Pelleri F, Ferretti F, Sulli M (2001). Primi risultati di un’indagine sui boschi di neoformazione della Comunità Montana Agno-Chiampo (VI) . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.1.19