c3.1.15 – Biodiversità del paesaggio nella Pianura Lombarda: il ruolo dei sistemi forestali. Il caso di studio della Pianura Bergamasca.

Calvo E (1)*, Ghidotti N (1), Panseri E (2)

(1) Azienda Regionale Foreste Lombardia, Curno BG (2) Naturalista, Libero professionista
Collocazione: c3.1.15 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
3° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Foreste e selvicoltura per la conservazione della biodiversità” *

Contatto: Enrico Calvo (e.calvo@arflombardia.it)

Abstract: L’analisi strutturale e spaziale delle componenti forestali del paesaggio costituisce da alcuni anni uno strumento efficace per indagare e valutare il livello di biodiversità di un territorio, soprattutto di quelle aree fortemente modificate nei caratteri naturali originari dall’uomo. La pianura padana è un sistema fortemente rappresentativo del livello di perturbazione operata dall’attività umana, che ha determinato il regredire delle foreste e degli ambiti naturali a piccole isole o ad aree irregolarmente distribuite. Il presente lavoro illustra i risultati di uno studio sul ruolo dei sistemi forestali nella caratterizzazione e conservazione della biodiversità del paesaggio nel territorio della Pianura Bergamasca. Attraverso l’elaborazione di indicatori tradizionali e la definizione di parametri referenziali verrà evidenziata la struttura spaziale delle componenti forestali del paesaggio e il loro grado di relazione intra ed inter sistemico con le altri componenti del paesaggio. Il grado di frammentazione e di isolamento dei nuclei forestali, nonchè di povertà biologica ( sia per composizione e struttura, sia per estensione), pur variabile da zona a zona, mette in luce lo stato di compromissione ecologica del territorio di pianura, a cui è necessario far fronte con specifiche politiche mirate di cui poter valutare concretamente l’efficacia dei risultati. In tale direzione questo studio offre utili indicazioni per la definizione progettuale di reti ecologiche e di interventi primari di ripristino delle condizioni di vitalità biologica dei nuclei principali di superfici boscate ed a vegetazione naturale, nonchè di connessione tra i diversi elementi forestali. Lo studio evidenzierà anche i possibili scenari di sviluppo dei sistemi forestali nella pianura, orientati alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile del territorio ( fissazione di CO2, biodiversità, tutela delle falde acquifere, riqualificazione paesaggistica).

Citazione: Calvo E , Ghidotti N , Panseri E (2001). Biodiversità del paesaggio nella Pianura Lombarda: il ruolo dei sistemi forestali. Il caso di studio della Pianura Bergamasca. . 3° Congresso Nazionale SISEF, Viterbo, 15 – 18 Ott 2001, Contributo no. #c3.1.15