c2.6.7 – Le indagini sulla variabilità genetica delle specie forestali come supporto alla caratterizzazione di popolamenti da seme per la gestione dei materiali di base

Calvo E

Azienda Regionale Foreste – Lombardia
Collocazione: c2.6.7 – Tipo Comunicazione: Poster
2° Congresso SISEF *
Sessione 6: “Posters” *

Abstract: La necessità di individuare nuove fonti sementiere di idonea qualità di specie di impiego non tradizionale nelle attività di forestazione ha attivato numerose iniziative di ricerca e studio di popolamenti da seme. A fianco delle tradizionali metodologie di caratterizzazione ecologica, fenotipica e sanitaria delle popolazioni forestali, da alcuni sono state introdotte indagini di caratterizzazione della variabilità genetica delle popolazioni. In tale contesto il presente lavoro illustra le iniziative sviluppate in Regione Lombardia di caratterizzazione della variabilità genetica di popolamenti di farnia, rovere, faggio, acero montano e frassino maggiore. Tale lavoro ha permesso, affiancato dagli studi di caratterizzazione ecologica e fenotipica delle popolazioni, di identificare in via preliminare ’aree di provenienzà per la raccolta e la coltivazione distinta del materiale sementiero e la successiva distribuzione di postime vivaistico secondo criteri di omogeneità ed adattabilità ecologica.

Citazione: Calvo E (1999). Le indagini sulla variabilità genetica delle specie forestali come supporto alla caratterizzazione di popolamenti da seme per la gestione dei materiali di base . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.6.7