c2.6.46 – Primi risultati di un’indagine finalizzata alla gestione di un intervento di recupero ambientale: il “Bosco delle Querce” di Seveso-Meda (MI)

Maltoni A, Frattola G, Paci M, Tani A

Istituto di Selvicoltura, Univ. FI, Via San Bonaventura, 13 – 50145 Firenze (FI)
Collocazione: c2.6.46 – Tipo Comunicazione: Poster
2° Congresso SISEF *
Sessione 6: “Posters” *

Abstract: Il “Bosco delle Querce” rappresenta il risultato delle opere di bonifica eseguite nella zona di massimo inquinamento da diossina, verificatosi in seguito all’incidente occorso nel 1976 allo stabilimento ICMESA.Le piantagioni, prima di specie erbacee poi arbustive ed arboree, sono state effettuate a più riprese a partire dal 1984 su terreno di riporto ed impiegando un notevole numero di specie. Allo stato attuale il Bosco delle Querce svolge prevalentemente la funzione di parco ricreativo.L’area oggetto del presente studio, denominata “Area naturalistica”, a differenza di ciò che avviene nella restante parte del parco, da alcuni anni non viene sottoposta alle operazioni di sfalcio e non è fruibile dal pubblico.Partendo dall’analisi della diversità floristica si intende valutare, attraverso un approccio diacronico, le modificazioni della composizione specifica per giungere successivamente ad una proposta di gestione dell’area ed al contempo valutare l’efficacia dell’intervento di recupero per quanto riguarda in particolare l’elevato numero di specie impiegate.Vengono qui riportati i primi risultati dell’indagine che descrivono la situazione attuale ed in particolare la fase iniziale di rinnovazione naturale da parte di alcune specie.

Citazione: Maltoni A, Frattola G, Paci M, Tani A (1999). Primi risultati di un’indagine finalizzata alla gestione di un intervento di recupero ambientale: il “Bosco delle Querce” di Seveso-Meda (MI) . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.6.46