c2.5.2 – Emissione di terpeni in un ecosistema a macchia mediterranea

Baraldi R (1)*, Rapparini F (2), Facini O (2)

(1) IBEV – Via Salaria Km 29,300 – 00016 Monterotondo Scalo Roma (RM); (2) ISTEA – Via Gobetti 101 – 40129 Bologna (BO)
Collocazione: c2.5.2 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
2° Congresso SISEF *
Sessione 5: “Metabolismo secondario e fattori di stress: dagli indicatori alle strategie di mitigazione” *

Abstract: L’ emissione di terpeni sta assumendo un’importanza sempre maggiore negli studi ecologici volti a caratterizzare la vitalità e il funzionamento di ecosistemi naturali importanti per la biodiversità e la salvaguardia ambientale quale l’ ecosistema a macchia mediterranea. L’ emissione di composti terpenici è stata monitorata nel corso del ciclo giornaliero su quattro specie della macchia mediterranea: Pistacia lentiscus L., Phillyrea angustifolia L., Juniperus phoenicea L e Chamaerops humilis L. A tale scopo sono state utilizzate cuvette di Teflon predisposte con specifiche adeguate per prelevare e intrappolare in apposite cartucce adsorbenti le emissioni biogeniche in condizioni. L’ analisi, l’ identificazione e la quantificazione dei composti terpenici è stata effettuata mediante gas-cromatografia e spettrometria di massa dopo desorbimento termico di tali cartucce. Il profilo di emissione è risultato caratteristico per ciascuna specie studiata, evidenziando una notevole variabilità genetica. La capacità di emissione di Pistacia lentiscus L. e di Juniperus phoenicea L. è apparsa rilevante in particolare durante le ore centrali diurne, mentre non sono state osservate emissioni significative durante la fase notturna.

Citazione: Baraldi R , Rapparini F , Facini O (1999). Emissione di terpeni in un ecosistema a macchia mediterranea . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.5.2