c2.1.7 – Analisi strutturale in popolamenti di neoformazione su terreni agricoli abbandonati

Pividori M*

Dip.to Agroselviter – Università di Torino – via L. da Vinci 44 – 10095 Grugliasco (TO)
Collocazione: c2.1.7 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
2° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Selvicoltura sostenibile e metodi innovativi di pianificazione” *

Abstract: Il fenomeno della deruralizzazione ha avuto come conseguenza diretta la contrazione delle terre agricole e l’espansione delle superfici boscate. Il lavoro si propone di analizzare un caso particolare di abbandono di terre agricole. L’area, situata nel comune di Torre Canavese (TO) (400 m slm, 1200 mm di precipitazioni anuue, 12°C. T annua media), ha mantenuto negli ultimi decenni un numero di residenti pi- o meno costante; l’abbandono delle pratiche agricole è legato principalmente all’espansione della Olivetti che ha occupato coloro che, a causa della polverizzazione della proprietà, ricavavano un reddito insufficiente per la sussistenza. Con la crisi del settore secondario avvenuta negli ultimi anni, il paesaggio, ormai forestato, subisce dei cambiamenti a causa degli interventi praticati dai proprietari che generalmente ripuliscono il sottobosco, effettuano tagli o mettono a dimora nuove specie. Scopo del lavoro è stato definire i tipi di vegetazione presenti sul territorio e assumere uno stato di conoscenza delle strutture forestali sufficiente ad esprimere ipotesi sulla futura evoluzione. La superficie analizzata è stata di circa 35.000 mq nella quale sono state individuate in base alle caratteristiche fisiognomiche 15 aree, raffrontate ad un catastale che contiene 37 particelle. In queste aree sono stati osservati diversi tipi di uso del suolo, dai coltivi ai robinieti, fino a popolamenti di latifoglie miste di circa 45 anni di età. Si è constatato che il bosco, senza intervento antropico, si struttura dapprima con specie pioniere secondarie (pioppo tremolo, salicone, robinia ecc.) e poi con specie definitive (ciliegio, frassino maggiore, farnia, carpino bianco ecc.) in periodo che complessivamente non supera 35-40 anni.

Citazione: Pividori M (1999). Analisi strutturale in popolamenti di neoformazione su terreni agricoli abbandonati . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.1.7