c2.1.24 – Monitoraggio delle risorse forestali in ambiente mediterraneo mediante telerilevamento

Motta M* (1), Zucca C (2), Galli A (3), d’Angelo M (2)

(1) DISAT-Univ. Milano – Bicocca, Via Emanueli 15, 20126 Milano (MI); (2) NRD-Univ. di Sassari, Via De Nicola 7, 07100 Sassari (SS); (3) Dip. di Biotecnologie Agrarie ed Ambientali, Università di Ancona – Via Brecce Bianche, Ancona (AN)
Collocazione: c2.1.24 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
2° Congresso SISEF *
Sessione 1: “Selvicoltura sostenibile e metodi innovativi di pianificazione” *

Abstract: Nelle aree marginali mediterranee, sin dall’antichità esistita competizione tra l’utilizzazione agropastorale e quella forestale. Quando la pressione antropica, che in questo contesto si manifesta nella forma di incendi, sovrapascolamento e creazione di nuovi pascoli, sovracoltivazione, aumenta, possono manifestarsi estesi fenomeni di degradazione delle risorse del territorio. Tale dinamica provoca cambiamenti anche repentini della copertura delle terre ed in particolare delle formazioni forestali, innescando fenomeni di ’desertificazione’. In questo contesto si pone il problema del monitoraggio delle risorse forestali a scala regionale, in funzione della predisposizione di carte del rischio di desertificazione, che tengano conto sia del valore delle formazioni vegetali da tutelare, sia del ruolo protettivo nei confronti del territorio che le stesse possono svolgere. Il telerilevamento rappresenta un ottimo strumento per le sue caratteristiche di sinotticità e multitemporalità. L’estrema frammentazione ed eterogeneità della copertura vegetale a seguito dei processi di ricolonizzazione (presenza di formazioni in cui si passa da macchia rada a pascolo cespugliato senza soluzione di continuità) rende molto complesso l’utilizzo dei tradizionali sistemi di classificazione-inventariazione e pone dei problemi anche nell’elaborazione delle immagini telerilevate. Nel presente lavoro sono descritti i risultati preliminari ottenuti dall’applicazione di procedure tradizionali e innovative (’maximum likelyhood classification’, ’spectral mixture analysis’) di classificazione della copertura delle terre in un’area della Sardegna centro-orientale.

Citazione: Motta M , Zucca C , Galli A , d’Angelo M (1999). Monitoraggio delle risorse forestali in ambiente mediterraneo mediante telerilevamento . 2° Congresso Nazionale SISEF, Bologna, 20 – 22 Ott 1999, Contributo no. #c2.1.24