c1.4.7 – Il come e il come non nei programmi di monitoraggio multidisciplinari

Ferretti M (1), Cenni E (1), Cozzi A (1), Bussotti F (2)

(1) LINNAEA ambiente s.r.l., Firenze (2) Laboratorio di Botanica Forestale, Dipartimento di Biologia Vegetale, Università di Firenze,
Collocazione: c1.4.7 – Tipo Comunicazione: Presentazione orale
1° Congresso SISEF *
Sessione 4: “Pianificazione e controllo del territorio forestale” *

Abstract: L’interesse generato dal temuto deperimento delle foreste a causa dell’azione combinata di contaminanti atmosferici, avverse condizioni meteoclimatiche ed agenti biotici, ha generato negli ultimi 15 anni una serie senza precedenti di programmi dedicati al monitoraggio dello stato degli ecosistemi forestali. Oggi al monitoraggio degli ecosistemi viene attribuita una valenza più ampia ed è riconosciuta la sua importanza come momento centrale della gestione delle risorse ambientali. Tuttavia, proprio tale centralità, unitamente all’impegno finanziario richiesto, impone che il disegno dei sistemi di monitoraggio risponda ad una serie di requisiti che garantiscano sulla qualità delle informazioni raccolte. La struttura del sistema di monitoraggio (campione probabilistico, esperimento, case study), la selezione dei siti dove installare le aree permanenti (plot a superficie fissa o a numero di alberi fisso, subplot dedicati coincidenti o disgiunti), i controlli interni di qualità (Quality management, quality assurance, quality control, quality evaluation), la gestione delle informazioni (accesso ai database o ai metadata) e dell’interdisciplinarietà (come combinare in un’espressione sintetica i dati generati dai vari settori d’indagine) sono punti critici molto spesso trascurati se non ignorati. Il lavoro, sulla base di un decennio di esperienza nel settore, esamina le varie questioni indicate con particolare riferimento alle conseguenze pratiche che certe decisioni possono avere sui risultati del programma di monitoraggio e conseguentemente sui fruitori delle informazioni derivate: i gestori delle risorse ambientali e la comunità scientifica.

Citazione: Ferretti M , Cenni E , Cozzi A , Bussotti F (1997). Il come e il come non nei programmi di monitoraggio multidisciplinari . 1° Congresso Nazionale SISEF, Legnaro (PD), 04 – 06 Giu 1997, Contributo no. #c1.4.7